BARI. Incidente sul lavoro, muore il primo maresciallo dell’Aeronautica Antonio Carbone, dal 1° gennaio i morti sono 256

BARI

Incidente sul lavoro, muore il primo maresciallo dell’Aeronautica Antonio Carbone, dal 1° gennaio i morti sono 256

BARI – Ennesimo incidente sul lavoro. Quest’oggi a perdere la vita è stato il Primo Maresciallo Antonio Carbone in servizio presso la base aerea del 36° Stormo di Gioia del Colle, in provincia di Bari. L’incidente è avvenuto mentre il sottufficiale era impegnato in operazioni a terra. Secondo una prima ricostruzione, sarebbe stato travolto dal mezzo che stava guidando – una spazzatrice – e che aveva poco prima parcheggiato leggermente in salita, probabilmente senza inserire il freno a mano. Il mezzo si sarebbe quindi spostato improvvisamente, travolgendolo. Il pm di turno del Tribunale di Bari, Gaetano De Bari, ha disposto il sequestro del mezzo e dell’area dell’incidente, non lontano dalla pista dell’aeroporto. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti e nelle prossime ore valuterà se disporre l’autopsia. Sequestrata anche la documentazione relativa al mezzo per verificare l’efficienza dei sistemi frenanti e ogni altro elemento utile a ricostruire l’accaduto. Cordoglio per la morte del sottufficiale è stato espresso dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, appresa la triste notizia del grave incidente sul lavoro ha espresso ai familiari del militare e al Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome delle Forze Armate e suo personale.  Condoglianze sono giunte anche dal sottosegretario di Stato alla Difesa Domenico Rossi. Vicinanza a familiari e colleghi del maresciallo deceduto è stata espressa anche Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Valter Girardelli. “Il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli” – si legge sulla pagina Fb Ufficiale dell’Aeronautica militare – “addolorato esprime il proprio profondo cordoglio. Gli uomini e le donne della Forza Armata si stringono uniti e commossi ai familiari del collega scomparso”. Dal primo gennaio 2018 sono 255 i morti sui luoghi di lavoro in Italia: l’Osservatorio indipendente di Bologna aggiorna quotidianamente sul suo blog il drammatico susseguirsi di incidenti. Con il decesso di oggi, sono salite a 256 le vittime sul lavoro. Un numero notevolmente superiore rispetto ai 113 dello stesso periodo del 2017. L’anno scorso i morti sui luoghi di lavoro sono stati 632.

Share Button