E’ GUERRA TRA OSAPP E GOVERNO PER LA BANDA MUSICALE DELLA POLIZIA PENITENZIARIA. VINCENZO PALMIERI E FRANCO NAPOLETANO : ” PORTEREMO AVANTI LA NOSTRA PROTESTA “

di FRANCESCO PEPE

Portici – Continua la protesta del sindacato OSAPP, Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, che continua a non vedere riconosciuta il proprio status di banda musicale avendo una formazione di 50 elementi, laddove analoghe formazioni di altri corpi armati contano 100 e passa elementi.

A parlare con noi Franco Napoletano, Rappresentante OSAPP della Scuola di Polizia Penitenziaria di Portici .

“I membri della Banda Musicale del Corpo di Polizia Penitenziaria- afferma Franco Napoletano –  stanno attuando uno sciopero della fame e si sono autoconsegnati i in servizio. Attualmente questa è l’unica banda nazionale in Campania, ma vede il suo ruolo svilito dalla mancata attenzione che viene riservata alle Bande Musicali delle altre Forze di Polizia, dato che come previsto da un Decreto del Presidente della Repubblica del 2006 la banda dovrebbe contare 103 elementi”.

Traspare molta amarezza dal portavoce della formazione, il quale oltre a notare come non si abbia rispetto per tanti musicisti formati al conservatorio, pone l’accento sulla funzione che potrebbe avere la banda con tanti progetti da attuare nelle carceri che non possono trovare attuazione visto il numero ridotto di elementi.

“ Il Governo Gentiloni colpisce il ruolo, la dignita’ e l’immagine pubblica della Polizia  Penitenziaria-  ribatte Vincenzo Palmieri Segretario Regionale O.S.A.P.P. Campania .  Assistiamo agli sprechi  delle auto blu , delle missioni all’estero e dei vitalizi parlamentari come se tutto cio’ fosse normale  senza pensare che questo spreco costa a tutti quei cittadini che , come la Polizia Penitenziaria, servono  lo Stato con dedizione e fedelta’”.

“Il Guardasigilli Orlando e i suoi ‘suggeritori’ peraltro – continua il Segretario Regionale Palmieri –  ad avviso dell’OSAPP   adottano scelte incomprensibili :  mentre, infatti, si  colpiscono le donne e gli uomini ultima certezza per la legalità e la sicurezza dei cittadini nelle carceri italiane ,  allo stesso tempo si e’ voluta  l’attenuazione del regime del 41bis per i mafiosi,  si e’ aumentato lo stipendio dei detenuti dell’87%  ed e’ stato stanziato  il finanziamento delle c.d. ‘stanze dell’amore’ in carcere per i detenuti, di prossima attuazione del tutto a discapito dei cittadini e delle vittime del reato”.

” Ricordiamo – conclude Vincenzo Palmieri – che , a fronte  di tutto cio’,  gli stipendi dei poliziotti sono bloccati dal 2010″-

Formalmente istituita nel 1985 in sostituzione della fanfara, essa ha sede presso la Scuola di Formazione ed Aggiornamento del Corpo di Polizia e del personale dell’amministrazione penitenziaria di Portici (NA), ospitata dal famoso Palazzo Valle, già sede delle Guardie del Corpo di Ferdinando IV di Borbone.

È costituita da sessanta elementi, tutti appartenenti alla Polizia Penitenziaria, diplomati presso i conservatori di musica italiani. ogni anno partecipa alla tradizionale e solenne cerimonia dell’Annuale del Corpo, che si svolge a Roma alla presenza del Presidente della Repubblica.

Dall’anno di istituzione fino al 2006 è stata diretta dal maestro Luigi D’addio annoverando innumerevoli concerti tra cui ricordiamo quelli tenuti al Teatro dell’Opera di Roma; all’Auditorium di Santa Cecilia in Roma; Teatro Bellini di Catania; Teatro Regio di Torino; Auditorium G.Verdi di Milano; Festival dei due mondi di Spoleto; 140° anniversario della riunione del primo Parlamento d’Italia a Torino; ha partecipato, inoltre, alle cerimonie relative ai Campionati Mondiali di Nuoto, Campionati mondiali di Volley, Campionati Mondiali Militari ed ai World Equestrian Games
Dal 2006 al 2009 è stata diretta dal maestro Natale Mario Chillemi esibendosi presso il teatro delle Muse di Ancona, il Parco della Musica di Roma ed è stata l’unica banda musicale ad esibirsi all’interno del Colosseo.

Dal 2008 in attuazione del D.P.R n. 276 del 2006 la è diventata “Banda Ministeriale” e dal 2010 è diretta dal maestro Fausto Remini, sotto la cui guida si è esibita in svariati concerti, tra cui: “Roma Capitale” , “Natali di Roma”, “Arena Villa Vitali” di Fermo, “Salone della Giustizia 2010” svoltosi a Rimini, “Salone della Giustizia 2012 svoltosi a Roma ed ha partecipato, inoltre, al Campionato Mondiale delle 6 Nazioni di Rugby del 2010.

Dal maggio 2012 al Maestro Direttore si affianca il Maestro Vice Direttore Filippo Cangiamila.
In virtù dell’elevato livello artistico, più volte riconosciuto attraverso l’apprezzamento manifestato dal pubblico e, soprattutto, dal giudizio positivo espresso dalla critica, il Complesso Bandistico si esibisce in importanti manifestazioni di carattere nazionale ed internazionale, rappresentando il Corpo e, più in generale, l’intera Amministrazione Penitenziaria. Da evidenziare la partecipazione di alcuni componenti della Banda Musicale al concerto internazionale interforze, nell’ambito del quadro delle iniziative giubilari, innanzi al Pontefice Giovanni Paolo II, tenutosi presso la sala Nervi in Vaticano, in rappresentanza delle forze di polizia di 149 Nazioni.

Share Button