Il Leader d’identita’ Meridionale Giuseppe Alviti: “Ecco perchè ero avversato in città di Torre del Greco per le elezioni.”

di Giovanni Luberto

 

“Apri, copia e fai una foto alla scheda. Si o no? Prendere o lasciare”. Domenica 10 giugno si sono svolte in 761 comuni italiani le elezioni amministrative per la designazione dei nuovi sindaci e consigli comunali. Le telecamere di alcuni giornali online sono state a Torre del Greco, in provincia di Napoli, più nelle specifico all’esterno dell’Istituto professionale Cristoforo Colombo di Corso Garibaldi, dove sono riuscite a documentare un sistema di controllo del voto davanti ai seggi elettorali, attuati da alcuni soggetti che obbligavano gli elettori intercettati a scattare una foto dopo aver espresso la propria preferenza, in cambio di denaro. A tal proposito, tuona duro il leader Meridionalista Giuseppe Alviti: “Ecco spiegato l’avversione di taluni nei miei confronti per la mia discesa in campo come sindaco: la legalità proposta e l’innovazione per garantire trasparenza hanno dato fastidio dal primo momento. Ancora una volta la storia mi ha dato ragione”.

Share Button