Lo stipendio? Un optional per il Cantiere Igiene Urbana. Guarino (UGL) sollecita prefettura: “È vergognoso quello che avviene nel cantiere di igiene urbana del Comune di Casapesenna, ancora una volta dobbiamo raccontare del mancato pagamento degli stipendi ai lavoratori!”

a cura di Giovanni Luberto

 

Casapesenna(CE). Giovanni Guarino, dirigente Ugl – Igiene Ambientale di Caserta ha proclamato lo stato di agitazione. Sebbene da qualche mese sia cambiata l’azienda che si occupa della raccolta rifiuti infatti, i problemi restano gli stessi: i lavoratori sono in attesa dello stipendio di settembre dallo scorso 15 ottobre.

“Desta preoccupazione il silenzio che circonda queste eccellenze, dal momento che siamo l’unico sindacato a denunciare l’ennesima omissione del pagamento degli stipendi” – ha detto il sindacalista – “Ancor più inquietante è la presunta assunzione di nuovo personale, poiché il personale originariamente assunto come stagionale è ancora operante presso il medesimo cantiere di igiene urbana. Da quanto ci risulta, i nuovi operai vengono impiegati in turni massacranti, compiendo numerose ore di straordinario, per completare zone di raccolta che non vengono coperte dal personale storico perché lo stesso opera in stato di agitazione. Purtroppo bisogna ammettere che la situazione è senza controllo e tra le istituzioni coinvolte si verifica un vero e proprio scaricabarile. Abbiamo provato a cambiare, ad attendere fiduciosi che venerdì 02 novembre venissero pagate le retribuzioni, così come ci era stato promesso, ma ad oggi tutto resta invariato. E per gli operai, quei pochi onesti che fanno il proprio dovere, solo disagi”

E’ un quadro allucinante quello che emerge da tutto il caos generato da questa vicenda.

“Bisognerebbe togliere l’appalto a quelle aziende che non riescono a sostenere nemmeno il pagamento di uno stipendio in attesa di incassare la fattura del mese precedente, perché è molto facile e comodo fare l’azienda in questo modo. Attraversiamo una fase non facile ed i cittadini hanno bisogno che i loro sacrifici siano produttivi e non buttati per aria” – ha evidenziato Guarino. In attesa della consueta convocazione da parte della Prefettura di Caserta la UGL si scusa con i residenti di Casapesenna per eventuali disagi e/o disservizi che potrebbero verificarsi nei prossimi giorni in quanto conti “Che dire, siamo alle solite” – ha concluso Giovanni Guarino.

Share Button