REGIONE CAMPANIA. Cgil, Fit-Cisl e Uilt-Uil: “CLP non ha rispettato i patti stabiliti in Prefettura”

di Alessandro Fedele

REGIONE CAMPANIA – Due giorni fa avevamo detto che quasi un mese è trascorso dall’ultima lettera inviata dalle Segreterie Sindacali Provinciali di Caserta alle Istituzioni e in modo particolare al Prefetto di Napoli, nella quale le scriventi richiedevano con urgenza l’incontro tra istituzioni e sindacati. Abbiamo poi aggiunto che dopo la richiesta l’incontro è avvenuto, ma a distanza di pochi giorni le segreterie sindacali sono ritornate a scrivere con altre due lettere una tre giorni dopo l’altra. Nella prima avevamo già raccontato del problema che era sorto dopo l’incontro in Prefettura a Napoli, poiché gli accorti pattuiti non erano stati rispettati: a seguito del verbale dello scorso 5 luglio 2018, chiuso in disaccordo tra gli Enti, si riscontrarono delle anomalie riguardo la corresponsione di tutte le spettanze economiche, tra cui il pagamento della 14esima Mensilità, i Ticket Restaurant, gli arretrati e la mancata comunicazione degli elenchi del personale all’ACAMIR sui diversi lotti messi a gara dalla Regione Campania. Per questo motivo, volendo avviere una procedura di Raffreddamento tra le parti, secondo il capitolo II della legge sui Diritti Sindacali, di cui all’Art. 18 “Procedure di raffreddamento e di conciliazione”, c’è bisogno degli elenchi del personale lavoratore del settore del trasporto pubblico. Questi elenchi non sono mai stati recapitati. Nella stessa lettera i sindacati scrivevano di diffidare la CLP se avesse inserito negli stessi elenchi del personale anche quello diverso da quello precisato nella richiesta ufficiale, affinché siano scongiurate inutili e dannose azioni legali, volte alla tutela del personale in questione e interessato a ricevere ciò che gli spetta di diritto.
Adesso i sindacati sono ritornati a scrivere con un’altra lettera ancora nella quale scrivono di essere costretti a stigmatizzare la società CLP e i loro rappresentanti. Sembrerebbe che la nota società di trasporto vincitrice dell’appalto pubblico, non abbia in alcun modo risposto alle richieste dei Sindacati e soprattutto non ha inviato la corresponsione dei Ticket Resturant ai lavoratori che non li hanno percepiti per cinque mensilità.
Le Segreterie Provinciali di Cgil, Fit-Cisl e Uilt-Uil ora ritornano a chiedere al Prefetto di Napoli di convocare ancora una volta una riunione urgente per riattivare le procedure di conciliazione.

Share Button