SAN MARCO EVANGELISTA. In Piazza Gramsci la Stella di Natale dell’AIL per la ricerca sulle leucemie

NUNZIO DE PINTO

In Piazza Gramsci la Stella di Natale dell’AIL per la ricerca sulle leucemie

SAN MARCO EVANGELISTA – Si rinnova il tradizionale appuntamento di solidarietà promosso dall’AIL (Associazione Italiana Leucemie) e posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Dall’ 8 al 10 dicembre 2017 torneranno le Stelle di Natale in 4.800 piazze italiane per aiutare i malati nella lotta contro le leucemie, i linfomi ed il mieloma. La manifestazione, giunta alla sua 29^ edizione, è resa possibile grazie all’impegno di migliaia di volontari che offriranno una piantina natalizia in cambio di un contributo minimo associativo di 12 euro. Con i fondi raccolti l’AIL continuerà a svolgere le attività che da oltre 45 anni la contraddistinguono: sostegno la Ricerca; potenziamento del servizio di Assistenza Domiciliare; realizzazione di Case Alloggio; supporto ai Centri di Ematologia e Trapianto di cellule staminali; promozione della formazione e dell’aggiornamento professionale di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio. Anche la Città di San Marco Evangelista è una delle 4.800 Piazze Italiane dove sarà possibile acquistare una “Stella di Natale”. Infatti, partirà venerdì 8 dicembre 2017 in Piazza Gramsci nr. 26 la raccolta di fondi con la vendita delle tradizionali “Stelle di Natale”. La manifestazione è realizzata grazie all’impegno di decine di volontari che offriranno una piantina natalizia a chi verserà un contributo minimo associativo di 12 euro. Le Stelle di Natale sono tutte caratterizzate dal logo AIL. Per aiutare i malati di leucemia, linfomi e mieloma si può donare anche il 5 per mille ad AIL: codice fiscale AIL 80102390582. Non costa nulla, perché non è una tassa in più, ma una quota di imposte destinata alle organizzazioni non profit. AIL è la quinta associazione ONLUS e di volontariato tra le scelte del 5 per mille, con 193.393 preferenze e un importo ricevuto di 5.196.772 euro. I fondi sono stati impiegati per 731.210 euro per costi di funzionamento e per 4.549.719 euro per attività di ricerca e assistenza.

Share Button