SCOPERTA CONCESSIONARIA AUTOMOBILISTICA FANTSMA, A SESTO CAMPANO(Is), I TITOLARI, DUE NAPOLETANI DENUNCIATI PER FALSITA’ IDEOLOGICA  TRUFFA AGGRAVATA

 

di Daniele Palazzo

NAPOLI-Superlativo e, dobbiamo dire, molto fruttuoso lavoro, nelle ultime settimane, per l’intero assetto della Forze dell’Ordine molisane e, in particolare, per i Carabinieri, che, pur a  fatica, hanno dovuto contrastare quello che, a tutti gli effetti, sembrava un attacco, in grande stile, di delinquenti e criminali di ogni risma, provenienti, per la maggior parte, dalle vicine province di Napoli e Foggia. L’ultimo episodio, della serie, quello che ha consentito ai Carabinieri della Stazione di Sesto Campano di scoprire una concessionaria automobilistica, con finta sede legale in città, di fatto operante in territorio napoletano, e di denunciarne i due titolari, manco a dirlo, residenti nel capoluogo partenopeo. A dare il la all’intervento dei Carabinieri del centro molisano, la constatazione che quella che la coppia di denunciati avevano indicato quale luogo di esposizione e vendita dei veicoli in loro disponibilità, altro non era se non una catapecchia in decadenza e che, di fatto, la sede legale della loro attività commerciale era altrove. E’ bastato questo perchè il tandem di citeadini partenopei venissero denunciati, in Procura, con le accuse di truffa aggravata e falsità ideologica. Intanto, sembra non essere  finita qui. Gli stessi militari, infatti, convinti che, nella vicenda, siano implicate altre persone, hanno aperto un ulteriore filone di indagini. E’ fin troppo facile, quindi, prevedere che, a breve giro di posta, i loro sforzi possano tradursi in nuovi sviluppi circa la vicenda di cronaca che riportiamo. In al caso, saremo lieti di darne tempestiva notizia ai nostri fedeli lettori.

Share Button