TEANO. Conferenza servizi impianto rifiuti pericolosi e non a Teano fra GESIA, comune ed associazioni, la posizione di Italia Nostra

TEANO

Conferenza servizi impianto rifiuti pericolosi e non a Teano fra GESIA, comune ed associazioni, la posizione di Italia Nostra

TEANO – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della sezione di Caserta “Antonella Franzese” di “Italia Nostra”: “Il giorno 09/05/2018, si è svolta a Caserta la Conferenza dei Servizi per il rilascio dell’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) per la realizzazione di un impianto di rifiuti pericolosi e non da parte della Ge.S.I.A, nell’area dell’ex ISOLMER in località S. Croce di Teano. L’associazione Italia Nostra ha partecipato come uditore a tale Conferenza, insieme ai rappresentanti del Comitato cittadino NOIMP, della minoranza consiliare e alle associazioni Coldiretti, Unesco, Alto Casertano, Amnesty International, Libera, Fidapa, Cif, Millescopi+1, Orti Sidicini, Teano in Movimento, Ascomart, l’Altra Città, il Campanile, il Forum dei giovani, il Muraglione. Al termine della Conferenza si è provveduto a rilasciare le seguenti osservazioni scritte per manifestare il forte dissenso alla realizzazione di tale impianto nell’area di S. Croce. una area di vitale importanza sotto il profilo paesaggistico, agricolo e archeologico.

  1. Nel Programma di Fabbricazione l’area ricade in zona agricola.
  2. Il territorio di Teano è sottoposto alla disciplina del PTR della Campania come “a dominante naturalistica”.
  3. Il PTCP di Caserta, relativamente al comune di Teano, inserisce l’area in oggetto in un ambito territoriale “a preminente valore paesaggistico”.
  4. Essendo il comune di Teano privo di PUC, lo strumento vigente è il Programma di Fabbricazione e per le zone agricole, fino all’approvazione del PUC, si applicano i limiti di edificabilità previsti dal DPR n. 380/2001.
  5. L’area in oggetto presenta sorgenti d’acqua e si trova nei pressi dello stabilimento delle acque minerali Ferrarelle.
  6. Nell’area sono presenti resti antichi di grande rilevanza archeologica.
  7. Allo stato attuale risulta mancante un progetto strutturale e architettonico dell’impianto.
  8. L’area si trova nelle immediate vicinanze dell’autostrada e delle stazioni di servizio.
  9. Anche l’amministrazione comunale, rappresentata dal Sindaco ing. Nicola di Benedetto e dal prof. Avv. Architetto Alberto Coppola, in sede di Conferenza hanno ribadito in modo deciso e tecnicamente ineccepibile il diniego alla realizzazione dell’impianto. Italia Nostra, non solo condivide tale civilissima battaglia, ma assicura il proprio impegno per scongiurare tale scempio, su una delle zone più vitali dell’Alto casertano a vocazione paesaggistica e limitrofa al Parco Naturale Regionale di Roccamonfina e di riconosciuta importanza archeologica.

Il Presidente di Italia Nostra, sez. di Caserta “Antonella Franzese”, dott.ssa Maria Rosaria Iacono

Share Button