Villa Literno, scarcerato ex testa di legno che minacciava anche il Sindaco di Caserta

Villa Literno – E’ stato scarcerato un presunto imprenditore che fu arrestato all’incirca un anno fa, stiamo parlando di Michele Sagliocchi. IL TRIBUNALE DEL RIESAME  ha dunque provveduto alla scarcerazione con l’emissione di un PROVVEDIMENTO AD HOC, accogliendo l’ istanza presentata dagli avvocati.

Il soggetto scarcerato in passato come detto tratto in arresto nel mese di luglio scorso, si era reso ‘protagonista’ di una serie di beni intestata in maniera truffaldina a lui stesso tra cui anche il parcheggio di via San Carlo a Caserta. Inoltre si era reso artefice di una serie di minacce all’attuale sindaco di Caserta, Marino.

A precisazione e  ad abbundantiam di quanto detto giova precisare che la misura cautelare di concorso esterno di stampo mafioso era stata emessa anche nei confronti del figlio del Sagliocco, promotore finanziario tale Vincenzo Sagliocchi, di anni 34  e di un complice ossia Emilio Bilotta.

All’epoca dei fatti, contestati finirono sotto inchiesta varie persone tra cui il dirigente del Comune di Caserta, Biondi Francesco, che si occupava i  particolare del settore  dell’urbanistica.

Il lavoro posto in essere dalla DDA di Napoli, avrebbe fatto venire fuori tra le tre cose tangenti per un importo di € 200.000 versata dal Sagliocchi ai dirigenti e tecnici comunali per ottenere permessi a costruire in agevolazione.