UN’AGGRESSIONE AVVENUTA NEL CARCERE DI CARINOLA

Carinola –  Aggressione nel carcere di Carinola (Caserta),  un detenuto di nazionalità egizia, con evidenti problemi psichici, ha posto in essere un aggressione, nei confronti di un ispettore e un assistente della Polizia Penitenziaria per futili motivi. I due agenti sono stati trasportati successivamente all’ospedale di Caserta. L’episodio è stato denunciato dal segretario dell’Uspp, sindacato di polizia penitenziaria, Ciro Auricchio, che «esprime solidarietà ai colleghi vittime dell’aggressione. Non possiamo però astenerci – prosegue – dal fare una riflessione sulla situazione del circuito penitenziario dopo la chiusura degli Opg; oggi sono troppi i detenuti con patologie psichiatriche nelle carceri con pochi supporti terapeutici, mentre le REMS (Residenze per
l’esecuzione delle misure di sicurezza) sono sempre piene. Questi soggetti minano l’ordine e la sicurezza nelle carceri».
Il sig. Auricchio rivolge anche un annuncio dichiarando «un appello inoltre va fatto ai vertici dell’amministrazione penitenziaria ed al ministro, cui chiedo di intervenire e preoccuparsi delle continue aggressioni a danno del personale di Polizia Penitenziaria che quasi quotidianamente avvengono nelle carceri, anziché preoccuparsi di togliere la Polizia Penitenziaria nel presidio dei varchi del Tribunali di Napoli ed Aversa».