Capua – Il Col. Enzo Fiore cede il comando del RE.CO.SU.TAT. della Divisione Acqui al Col. Antonio Stasi

Il Colonnello Fiore lascia dopo tre anni di intenso lavoro all'interno della Divisione Acqui

CAPUA – Martedì, 5 novembre 2019, con inizio alle ore 10:30, nell’hangar della Caserma “O. SALOMONE” di Capua (a causa delle avverse condizioni meteorologiche), si è avuta la cerimonia di cessione del Comando del Reparto Comando e Supporti Tattici della Divisione “Acqui” tra il Colonnello Vincenzo FIORE (cedente) ed il Colonnello Antonio STASI (subentrante).

Ha presenziato alla cerimonia, quale massima autorità militare, il Generale di Brigata Nicola TERZANO, Vice Comandante della Divisione “Acqui”. Presente alla cerimonia, l’architetto Luca BRANCO, sindaco della città di Capua.

Nutrita la partecipazione delle Associazioni combattentistiche e d’arma, non soltanto locali, e del Medagliere dell’Associazione Nazionale Divisione “Acqui” che “…. con la loro presenza viva costante e generosa” – ha sottolineato il Col. FIORE nel suo discorso di commiato – “rendono testimonianza dell’indissolubilità di intenti e di valori che legano il passato con il presente e cementano il senso di appartenenza tra generazioni che, oggi come ieri, condividono i medesimi ideali”.

Dopo aver rivolto i ringraziamenti ai Superiori per la fiducia accordatagli per lo svolgimento del proprio periodo di Comando, significative e commosse sono state le parole del Col. FIORE quando si è rivolto al suo staff, ai Comandanti ad ogni livello ed agli uomini e donne del Reparto Comando e Supporti Tattici della Divisione “Acqui”:

“… senza il vostro prezioso e validissimo apporto, altamente professionale, la mia azione di Comando sarebbe stata come un corpo senza testa e, come dimostra un famoso aneddoto relativo alla secessione dell’Aventino, un corpo senza testa non può funzionare, ma neanche una testa senza un corpo può farlo. Siete stati veramente bravi!”.

Il discorso è proseguito con il ringraziamento alle famiglie “… per il loro silenzioso ma vitale sostegno”. Il Col. FIORE si è accomiatato, prima della lettura della formula di rito per la cessione del Comando, con la citazione di alcuni precetti tratti dal “Regolamento di disciplina militare” del 1872 che sebbene potessero sembrare di “altri tempi”, in esso “si possono individuare energici ed ancora validissimi principi ispiratori del nostro essere militari”.

Molto significativo è stato il discorso del Gen. B. Nicola TERZANO che ha focalizzato l’attenzione su elementi (peraltro in mostra su di un tavolo) fondamentali dell’essere militare quali il Tricolore, quale simbolo della nazione;

la Costituzione, nella quale è riportato il dovere della difesa della Patria, l’arma in dotazione, che è lo “strumento” che ogni militare, deve saper bene usare e lo zaino militare, intesa quale risposta pronta nell’agire propria di ogni militare.