Il gruppo consiliare “Caserta nel Cuore” si spacca sull’approvazione dei Pics: in atto il “Garofalo Show”

di GESUALDO NAPOLETANO

CASERTA – In questo momento è ancora in corso la seduta consiliare convocata in data odierna. A Palazzo Castropignano si è appena votato per i PICS (Programmi Integrati Città Sostenibile), misura facente parte dell’Asse X “Sviluppo Urbano Sostenibile” del POR Campania – Fesr 2014/2020.

Si tratta di intervenire in maniera decisa in una molteplicità di campi. In primo luogo, infatti, saranno compiute azioni di carattere sociale, di contrasto alla povertà e a sostegno delle fasce più deboli, oltre ad iniziative volte a valorizzare l’attività turistica, a riqualificare il sistema di pubblica illuminazione, ad ottimizzare e ad innovare i servizi pubblici (smart city), e a sostenere le start up o a crearne di nuove sempre nel settore dell’incoming turistico e della recettività.

Anche su questo punto non sono mancati i colpi di scena. Tant’è vero che al momento della votazione si è verificata una vera e propria frattura nel gruppo consiliare zinziano “Caserta nel Cuore”: da un lato infatti il Capogruppo Nicola Garofalo ha votato favorevolmente alla proposta, dall’altro i Consiglieri Alessio Dello Stritto ed Emilianna Credentino hanno deciso di astenersi.

Da segnalare inoltre che il Consigliere Massimiliano Marzo, che ultimamente non ha certo nascosto la sua vicinanza al Consigliere regionale Gianpiero Zinzi, ha votato anch’egli favorevolmente alla proposta.

A sottolineare la spaccatura all’interno del gruppo zinziano è stato poi l’intervento di Nicola Garofalo, il quale ha dato vita ad un bel “siparietto”, urlando davanti all’intero Consiglio comunale che in “Caserta nel Cuore” si fa ciò che decide il Capogruppo. Inoltre lo stesso Garofalo ha dichiarato, nel suo intervento, di essere lontano dal gruppo, prendendo poi posizioni del tutto personali alla dichiarazione di voto.

La proposta alla fine è passata con 15 voti favorevoli, 4 astenuti (Roberto Desiderio, Emilianna Credentino, Enzo Bove, Alessio Dello Stritto) e 4 contrari (Norma Naim, Francesco Apperti, Antonello Fabrocile, Stefano Mariano).

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetta Leggi di più