Caserta – 4 novembre, Atos Lugni, “Grazie a militari per il lavoro che svolgono al servizio della Pace”

Giornalista, sportivo, già Sottufficiale dell'Esercito Italiano ed ex Presidente della Sezione di Caserta dell'Associazione Nazionale Paracadutisti d'Italia, esprime tutto il suo Amore per il Paese e la Forza Armata che, 50anni orsono, l'accolse presso la Scuola di Commissariato di Maddaloni.

CASERTA – “Nel giorno della Festa delle Forze Armate occorre ringraziare tutti i militari italiani, nessuno escluso, per il lavoro che svolgono in “tante aree difficili” al servizio della Pace e riflettere sul senso che l’Unità d’Italia assume oggi nell’ambito delle celebrazioni per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia”.

È quanto ha affermato Atos Giorgio LUGNI, notissimo personaggio casertano, giornalista, già sottufficiale dell’Esercito nel giorno della Festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate. “È doveroso ringraziare” – dice infatti Atos – “i nostri soldati che operano in tante aree difficili nel mondo per rafforzare la Pace, la cooperazione tra i popoli e soccorrere le popolazioni civili”, così come “è doveroso ricordare il sacrificio che molti di loro compiono ogni giorno, anche a prezzo della propria vita”.

Lugni poi non dimentica il ruolo delle Forze armate in Italia: “Dobbiamo altresì ringraziare” – ha aggiunto – “anche il prezioso lavoro che i militari svolgono nel nostro Paese a presidio della Costituzione e della legalità. Non dimentichiamo il loro quotidiano lavoro in sinergia con le Forze di Polizia nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure” e “Terra dei Fuochi”. Il 4 novembre è un’occasione per riflettere sul senso che questa cerimonia assume nell’ambito delle celebrazioni per l’anniversario dell’Unità d’Italia. La memoria storica condivisa è ciò che ci rende un popolo e ci apre al futuro, solo così” – conclude Atos Lugni a – “la nostra identità non si smarrisce ma diviene più ricca e completa”.