S.Nicola la Strada – Vaccari, “Pronto il regolamento per la concessione del Teatro Pirandello ad associazioni”

L’uso del Teatro comporta il pagamento di una quota a titolo di rimborso delle spese di personale, agibilità e consumi e di un canone pari a Euro 300 per ogni frazione di giornata impegnata. Nel caso che si tratti di una iniziativa a scopo di beneficenza il canone non viene applicato

SAN NICOLA LA STRADA – Il Consigliere comunale Tullio VACCARI, nella sua qualità di Presidente della V^ Commissione Consiliare Permanente “Affari Generali” ha annunciato che è pronto a portare all’attenzione della prossima seduta del Consiglio comunale il “Regolamento per la concessione del Teatro Pirandello ad associazioni cittadine”.

“Si tratta” – ha affermato l’esponente politico che nelle ultime settimane si è avvicinato al Movimento 5 Stelle di San Nicola la Strada – “di un importante Regolamento che consentirà di poter affidare ad Enti ed Associazioni cittadine una delle più importanti strutture di proprietà comunale che deve essere valorizzata ancora di più e meglio”. Ricordiamo che la Sal Pirandello è parte integrante dell’a Civica Accademia Musicale che è stata costituita, con delibera di Consiglio Comunale nr. 77 del 19.12.2001, su proposta della Giunta comunale nr. 348 de l6.12.2001. La stessa Accademia Civica Musicale, successivamente, sempre con atto di G.C. nr. 157 dell’08.09.2005, veniva intitolata ad “Arturo Toscanini”.

La sede dell’Accademia veniva individuata nei locali di proprietà comunale di Via Giovanni Leone nr. 8, un immobile che si sviluppa su 3 piani fuori terra ed ha una superficie complessiva di circa mq. 530,00, oltre alle aree esterne scoperte che comprendono anche un campo di basket in cemento. Al piano terra dell’immobile si trova la Sal “Luigi Pirandello” che è ora oggetto della proposta presentata dalla V^ Commissione. Dopo un lungo periodo in cui l’Accademia è caduta nell’oblio con delibera di Giunta Comunale nr. 90 del 6 agosto 2019, l’Amministrazione comunale, guidata da Vito Marotta, ha approvato la proposta progettuale presentata dal CFM, Centro di Formazione Musicale, convenzionato con il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno, concedendo loro in gestione l’Accademia Civica “Arturo Toscanini”, ma con esclusione della Sala teatro “Luigi Pirandello”, che resta nella disponibilità dell’Ente.

La vicenda dell’Accademia rispecchia fedelmente l’infelice percorso seguito da troppi beni pubblici della Città di San Nicola la Strada. Opere nate per rispondere ad esigenze giuste, frettolosamente inaugurate ed andate in gestione, e ,dopo pochi anni, in alcuni casi si ritrovano degradate e nell’abbandono. L’uso del Teatro comporta il pagamento di una quota a titolo di rimborso delle spese di personale, agibilità e consumi e di un canone pari a Euro 300 per ogni frazione di giornata impegnata. La Sala Pirandello può essere concessa in uso anche ad aziende che ne facciano richiesta per finalità di carattere promozionale e ad organizzazioni private o singoli che richiedano gli spazi in occasione di cerimonie o per attività di carattere congressuale o di aggiornamento professionale.

L’uso di tale Sala comporta il pagamento di una quota a titolo di rimborso delle spese di personale, agibilità e consumi. Nel caso di iniziative di soggetti che operano a scopo commerciale o di lucro e nel caso di concessione per iniziative di carattere congressuale o di aggiornamento professionale oltre al rimborso dei costi si applica un canone pari a Euro 300 per ogni frazione di giornata. Per iniziative promosse dall’Amministrazione Comunale insieme a terzi per finalità di carattere sociale, promozionale, turistico o sportiva, l’eventuale uso gratuito del Teatro è autorizzato dal Sindaco o dal Responsabile dell’Ufficio Tecnico. Però, nel caso che si tratti di una iniziativa a scopo di beneficenza il canone non viene applicato.

Il versamento dei costi e/o delle tariffe dovrà essere effettuato entro il giorno antecedente la data fissata per l’iniziativa o la rappresentazione. Le tariffe di concessione comprendono, oltre all’uso della sala, concessa nelle condizioni di arredo in cui la stessa si trova, anche le seguenti spese: – custode ed eventuale conduttore dell’impianto termico, luce, riscaldamento, acqua e pulizia. Sono a carico del richiedente le eventuali autorizzazioni previste dalla legge per la realizzazione dell’iniziativa, che devono essere a disposizione durante tutto lo svolgimento della manifestazione. Il richiedente è direttamente responsabile della manifestazione e di ciò che avviene durante la stessa e pertanto, deve assicurare l’incolumità del pubblico l’assenza danni alla struttura e degli arredi.