Elezioni comunali a Grazzanise: a pochi giorni dalla presentazione incertezze su candidati e liste

Poco meno di un mese fa sembrava esserci una pletora di candidati a sindaco con conseguente esercito di candidati consiglieri. Oggi poche se non nessuna certezza.
L’ex sindaco Vito Gravante, mandato a casa anche dalla sua maggioranza,sembra non avere la forza di formare una lista neanche per poter partecipare alla prossima competizione elettorale e tentare il riscatto verso coloro che lo hanno sfiduciato in quanto oltre il fido Franco Giugliano non riesce a trovare altri candidati.
Senso Civico, che da voci cambierà nome, vista la non condivisione della stragrande maggioranza dei componenti della scelta del leader Enrico Petrella di riciclare in lista esponenti dell’amministrazione Gravante, è inchiodato è ancora non ha chiuso la lista. Tra le sue file può annoverare, ad oggi, Fabio Petrella,Pasquale Carlino, Enzo Zito,Salvatore Zampone, Gabriella Parente, Pasquale Parente (cugino del coordinatore di Forza Italia) e Pasquale Carlino.
Molto attivo per chiudere la lista oggi è il candidato di Nuovi Orizzonti che parte dalla solidità del gruppo attivo da 10 anni in paese.
Ad oggi oltre gli storici Raffaele Pezzera, Davide Massaro, Paolo Parente ha incassato il sì alla candidatura dell’insegnante Tania Parente, molto attiva in paese anche con la sua Onlus.
Sono avanzate le trattative con il PD della Cerchiello e altre personalità della frazione Brezza e Borgo Appio.
Inoltre vicinissimo alla candidatura con Nuovi Orizzonti è l’ing. Girolamo Parente che potrebbe mettere a disposizione della squadra la sua esperienza nei tanti comuni in cui ha lavorato.
Sul fronte Campi Stellati del geometra Domenico D’Elena, pluricandidato senza alcun successo in varie competizioni elettorali, ultimamente molto attivo su dirette social, ma assente dalla vita politica se non nell’approssimarsi delle campagne elettorali, nonostante annunci e proclami ad oggi, a circa dieci giorni dalla raccolta delle firme, unici candidati risultano essere Raffaele Di Resta e Stefano Raimondo.
Discorso a parte riguarda il gruppo Futuro, creato dalla dott.ssa Scione con numerosi seguaci oggi, con il cambio di guida è ridotto ad un piccolo stuolo di militanti e lacerato da divisioni interne, tanto che tanti militanti non riconoscono la Mezzero quale leader e si sono spostati su posizioni di altri gruppi già operanti in Grazzanise, mentre la stessa continua ad autoproporsi ai vari tavoli di trattativa come candidata a sindaco come base di avvio di un percorso condiviso.