Aversa – Comunità Solidale Aversa e PD esprimono sconcerto per gli insulti social al Sindaco Golia

Urge alleanza educativa per le giovani generazioni

AVERSA – “Esprimiamo forte sconcerto dopo aver letto il tenore degli insulti social diretti al Sindaco di Aversa Alfonso Golia – al quale va la nostra solidarietà – da parte di giovani studenti cittadini che pretendevano la chiusura dei plessi scolastici sulla base di una presunta allerta meteo” dichiarano in una nota gli aderenti al Movimento Comunità Solidale di Aversa.

“I social media sono luoghi virtuali, ma è vero anche che le persone che vi si incontrano sono reali, e, quindi, anche le conseguenze sono reali. La Rete non è una zona franca dove tutto è permesso” afferma l’ex senatore Lucio Romano, presidente del movimento.

“La giovane età dei commentatori social porta alla ribalta un tema mai sopito che è quello del sistema educativo e formativo delle giovani generazioni. Urge, pertanto, un’alleanza educativa scuola-genitori-istituzioni-associazioni per cambiare i modi con cui si dialoga, ci si relaziona, ci si informa, superando parole d’odio, diffusione di fake news, cyberbullismo.
La scuola, come luogo di formazione delle prossime generazioni, è l’ambiente naturale dove i cittadini di domani possono costruire, da oggi, l’abitudine ad essere parte di una comunità dove siano diffusi rispetto e condivisione, nelle esperienze relazionali come in quelle digitali” prosegue Romano.

“Siamo pronti a fare la nostra parte mettendo in campo iniziative a sostegno di questa mission e, al contempo, rivolgiamo un appello alle altre associazioni del territorio a collaborare e a trattare di questo tema. Solo con una massiccia e sinergica azione si può sperare in risultati positivi” conclude Lucio Romano.

Anche dal Partito Democratico di Caserta arriva la solidarietà nei confronti del Sindaco di Aversa Alfonso Golia.

“Gli epiteti e le frasi ingiuriose rivolte da alcuni studenti al sindaco di Aversa, Alfonso Golia, per la decisione di non chiudere le scuole superiori in occasione dell’allerta meteo di colore arancione diramata nelle ultime 24 ore, è il segno tangibile della povertà educativa e del degrado sociale che alberga, purtroppo, in grosse fette del mondo giovanile”.

A commentare così le offese e le accuse di cui è stato fatto oggetto il sindaco di Aversa, Alfonso Golia, è Camilla Sgambato, responsabile nazionale Scuola del Partito Democratico.

“La reazione a catena provocata dalla giusta scelta del primo cittadino normanno di non privare centinaia di studenti di un ulteriore giorno di scuola lascia esterrefatti per la violenza privata ed il linguaggio scurrile e volgare, utilizzato contro il sindaco e le autorità locali da tanti giovani che sembrano dare sfogo più alle loro frustrazioni che alla comprensibile delusione per non poter restare a casa causa maltempo.

Ma il dato maggiormente allarmante è l’uso distorto dei mezzi social da parte di taluni ragazzi che, oltre ad abusare di un canale di svago che dovrebbe rappresentare un diversivo nel proprio tempo libero, dimostrano di non aver recepito appieno il messaggio didattico, educativo e formativo che proviene dalla scuola grazie all’impegno quotidiano di tanti docenti. L’odio e la violenza di questi messaggi non fanno presagire certamente nulla di buono e ci convincono che bisogna lavorare soprattutto sulle famiglie che, insieme alle scuole, devono seguire la crescita formazione dei giovani, in un momento complesso quale quello dell’adolescenza”, conclude Sgambato del PD.