Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

Caserta, oggi in Piazza della Prefettura il sit-in promosso dall’Associazione Avvocati per l’Immigrazione: quasi 500 persone al seguito

CASERTA – Oggi, 21 novembre 2017, si è svolta a Caserta, in Piazza della Prefettura, una manifestazione pacifica nelle forme di un sit-in, promosso dall’Associazione Avvocati per l’immigrazione alla quale hanno aderito diverse associazioni di immigrati di ogni nazionalità (Nigeria, Ghana, Bangladesh, India, Senegal, Algeria, Marocco ed Ucraina) della provincia di Caserta e Napoli.

La manifestazione è cominciata verso le 9.30 e si è protratta fino alle 13, orario in cui Il Questore di Caserta dott. Borrelli ci ha consentito un gentile e cordiale colloquio.
La manifestazione è stata pacifica, colorata con musica caratteristica dell’Africa più profonda, con striscioni colorati, portati dall’comitato promotore dell’A.P.I. nonché da tutte le altre associazioni che hanno aderito. Al sit-in hanno partecipato quasi 500 persone.

Verso le 13, una delegazione di componenti dell’Associazione avvocati per l’immigrazione ed alcuni rappresentati delle comunità di migranti, hanno il sig. Questore di Caserta dott. Borrelli, ponendo l’accento su alcune criticità riscontrate in questi con l’ufficio immigrazione della Questura di Caserta.

In particolare è stato chiesto di porre fine all’ infausto esperimento delle prenotazioni per le richieste di asilo politico che costringeva i richiedenti a stare ogni mercoledì mattina fuori la Questura di Caserta dalle 11 della sera precedente, anche sotto il freddo e la pioggia con una modalità che non esitiamo a definire poco umana. Inoltre si è posto l’accento sui ritardi dell’ufficio immigrazione della questura di Caserta nel fornire appuntamenti dei rilasci dei permessi di soggiorno o delle richieste di rinnovo che vengono forniti dopo circa 9 mesi; infine si è fatto riferimento alla questione dei cittadini stranieri nati e cresciuti in Italia, attualmente senza permesso di soggiorno, e quindi alla questione dello “ius soli”.

Il sig. Questore si mostrato molto disponibile, ha apprezzato una buna parte dei nostri ragionamenti e proposte ed ha assicurato che da dicembre finirà il degradante metodo delle nottate all’addiaccio sotto la Questura per prenotare una richiesta di asilo politico. Da gennaio infatti, ci ha riferito che partirà sicuramente una nuova metodologia basta su richiesta via pec (posta elettronica certificata, con un giorno a settimana dedicato, che renderà molto più umana ed equa la possibilità di richiedere asilo politico.
Sulle altre riflessioni e spunti critici proposti, il sig. Questore ha presso atto e nota, delle problematiche che trasferirà a chi di dovere.
La manifestazione si è sciolta verso le 14.30 al termine dell’incontro con il Questore. La nostra associazione proseguirà la sue iniziative nel prossimo futuro: si tratta solo dell’inizio.

ASSOCIAZIONE AVVOCATI PER L’IMMIGRAZIONE: avv. Silvia Toma-avv. Roberto Ricciardi- avv. Pietro Nicolò- avv. Ivana Nicolò- avv. Danilo Giordano-avv. Teresa Petrarolo-avv. Giulia Lauriello- avv. Maria Iavarone– dott. Francesco Trepiccione)

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale