GIOVANNA PETRENGA ENTRA IN FdI-An. Si chiude il cerchio sulla fine della giunta Del Gaudio.

Oggi a Roma la conferenza stampa in cui l’Onorevole Giovanna Petrenga illustrera’ le ragioni del suo passaggio da Fi a FdI-An. Al fianco di Giovanna Petrenga vi saranno il Segretario Nazionale di FdI- An, Giorgia Meloni, il Dirigente Nazionale di FdI-An , uomo di fiducia di Giorgia Meloni, Gimmi Cangiano e il Segretario Provinciale di FdI-An, Enzo Pagano. Domani si riunisce a Caserta, alle ore 19.00, all’Hotel Europa , il tavolo interpartitico del centro -destra che , secondo indiscrezioni, dovrebbe portare alla designazione di Gianni Mancino , uomo legato alla famiglia Zinzi, come candidato Sindaco di Caserta . A sostenere questo candidato vi sarebbe anche FdI-An di cui ormai l’Onorevole Giovanna Petrenga e’ parte integrante. Si chiude , dunque, il cerchio che determino’ nel giugno 2015 la sfiducia e lo scioglimento dell’amministrazione comunale di Caserta guidata dal Sindaco Pio Del Gaudio e oggi si manifestano gli scenari che , in quei giorni, infuocati dal caldo e dalla battaglia politica, solo pochi furono in grado di individuare. Fin dal primo momento la maggioranza di Pio Del Gaudio affermo’ di ” essere stata defenestrata da un accordo ” segretissimo” tra Giovanna Petrenga e Domenico Zinzi finalizzata ad acquisire il controllo di Palazzo Castropignano anche alla luce delle elezioni amministrative che si sarebbero svolte nel 2016″. Questa denuncia passo’, successivamente, in secondo piano dinanzi alle vicende giudiziarie che colpirono il Sindaco Pio Del Gaudio. Oggi, tuttavia, il cerchio si chiude dimostrando che la quadra all’interno del partito era stata trovata in quel giugno 2015 e che l’ala cesariana di Fi e’ ormai inevitabilmente sconfitta. Se i fatti stanno in questo modo , l’accordo si spiega in maniera semplice : Gianni Mancino, Sindaco della citta’ di Caserta , avrebbe l’avallo di FdI-An, di Noi Con Salvini, di Nuovo Psi , di Ncd e cosi’ via. A sua volta Giovanna Petrenga avrebbe piantato in modo ben saldo le radici per una sua rielezione alla Camera dei Deputati nel 2018 correndo in coppia con Gianpiero Zinzi , che ambisce alla stessa carica. Il tutto con la benedizione del gruppo Antropoli -Cicia dal momento che la elezione di Gianpiero Zinzi alla Camera dei Deputati aprirebbe la porta di Palazzo Santa Lucia a Lucrezia Cicia. A condire questa assortita unione le numerose liste civiche , create ad arte in questo periodo, per traghettare quello che nella communis opinio viene fatto passare per nuovo ma che a quanto pare e’ solo un abito abilmente ritoccato in tintoria. A questo punto potrebbero trovare una giustificata collocazione elettorale in questo nuova unione i firmatari di quella mozione : si pensi a Pier Paolo Puoti , cognato di Gianni Mancino, Rino Zullo, Antonio CIontoli, Paolo Farina,legati politicamente alla famiglia Zinzi, oppure a Luigi Cobianchi, legato a Giovanna Petrenga, oppure ancora a Stefano Mariano, a Ferdinando Piscitelli , a Luigi Bologna ,esponenti cittadini di FdI-An. Rimarrebbe fuori Gianfausto Iarrobino che pare sarebbe intenzionato a candidare la moglie Rosaria Calabrese in una lista civica. Insomma, il teorema del centro destra casertano potrebbe avere trovato la sua applicazione.

Secondo le notizie che si sono rincorse nella giornata di ieri, Giovanna Petrenga avrebbe lasciato Fi in quanto il partito azzurro sarebbe diventato ormai una colonia del gruppo napoletano guidato da Luigi Cesaro e da Paolo Russo. In realta’ , l’Onorevole Petrenga , legata all’ala cosentiniana del partito, era stata messa ai margini del partito da questo gruppo napoletano che , quasi sicuramente, non le avrebbe consentito la rielezione alla Camera dei Deputati. Bisogna aggiungere, poi, che Silvio Berlusconi sta ormai smantellando Fi in quanto non piu’ disposto a finanziare il partito. Nei giorni scorsi, poi, era circolata la notizia secondo la quale candidato di Fi come Sindaco della citta’ di Caserta sarebbe stato il Ds Adele Vairo. Sta di fatto che le voci fatte circolare su questo punto non hanno trovato alcun riscontro negli ambienti vicini alla Preside impegnata a 360 gradi nello svolgimento della sua attivita’ di dirigenza scolastica del Liceo Manzoni. E’ vero altresi’ che alla porta di Adele Vairo hanno bussato i leaders politici di tutti gli schieramenti casertani del centro destra e i rappresentanti di varie liste civiche per chiedere la sua candidatura a Sindaco di Caserta . E’ anche vero che la Preside , impegnata nella gestione della scuola piu’ popolosa di Caserta, ha sempre nicchiato dinanzi alla proposta di scendere direttamente in campo rispetto all’interesse primario del suo istituto anche se in citta’ continua a circolare in modo insistente la proposta di una sua candidatura da parte di forze sociali giovani e intenzionate a programmare per Caserta nuovi e sani scenari politici. GIOVANNA PAOLINO