Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

Incendi in Val di Susa. Verdi. Finalmente si sono accorti che è un problema nazionale

“Anche il ministro degli interni, Minniti, ha detto che è molto probabile che, alla base degli incendi che stanno devastando la Val di Susa ci siano azioni dolose, ma, a differenza di quanto successe quando a bruciare erano le aree verdi della Campania, questa volta nessuno ha accusato i residenti di appiccare il fuoco”.

A denunciare le differenze con cui si sta raccontando l’emergenza incendi in Piemonte, rispetto a quando le fiamme coinvolsero la Campania, è il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, ricordando che “Vittorio Feltri, sulle pagine di Libero, arrivò a scrivere che “A Napoli si bruciano da soli”, senza avere alcuna prova a fondamento di quel che scriveva”.

“In Piemonte, invece, ci sono già indizi abbastanza attendibili che le fiamme siano state appiccate volontariamente da qualcuno eppure nessuno accusa i piemontesi di bruciarsi da soli o altre cose del genere” ha aggiunto Borrelli per il quale “questa vicenda, come quella relativa al terremoto di Ischia, dove gli ischitani sono stati processati e condannati mentre ancora si scavava tra le macerie, dimostrano che quando una tragedia colpisce il Sud si tende sempre a incolpare i meridionali stessi dei loro guai, mentre quando le vittime sono i settentrionali, nessuno osa accusarli di aver provocato, in qualche modo, le tragedie di cui sono vittime”.

“Al di là delle considerazioni razziste comunque resta la constatazione che ci sono carenze di uomini e mezzi nel contrasto agli incendi, sia nel Sud che nel Nord del Paese ed è necessario un impegno forte e comune per evitare che vaste aree verdi vadano in fumo” ha concluso Borrelli per il quale “i cambiamenti climatici, con periodi di siccità sempre più lunghi, impongono scelte che tengano conto dei cambiamenti che ci sono stati”.

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale