INCHIESTA INTERPORTO DI MARCIANISE, UNDICI INDAGATI, TRA CUI EX ASSESSORI E SINDACO DI MARCIANISE

Prosegue l’inchiesta sulla costruzione dell’Inteporto di Marcianise, cha ha visto alcuni arresti qualche mese orsono tra cui Giuseppe Barletta, ed il dirigente del Comune di Marcianise Giuseppe Spasiano.

Vari soggeti iscritti dunque in quello che è il registro degli indagati tra cui il primo cittadino di Marcianise, Antonello Velardi, ma figurano nel registro appena detto,  anche degli ex assessori,  ossia  Concetta Marino, Angelo Musone, Antonietta Paolella, Tommaso Rossano, Nicola Salzillo e Gabriele Trombetta, tutti indagati per abuso d’ufficio.

L’indagine partita riguarda una serie di permessi a costruire pare in numero di tre, palesemente irregolari rilasciati dalla dirigenza del Comune Marcianisano, al gruppo di imprese dei Barletta appunto, nell’area che insiste a poche centinaia di metri dal centro commerciale Campania.

Nella stesura della documenazione e anche nelle successive fasi sono state riscontrate varie anomalie,  ossia in particolare si va ad aggiungere il problema della validità stessa di quell’accordo (che non risulta passato in consiglio comunale) e che è stato al centro di moltissime polemiche politiche. Nella documentazione in questione inoltre si  prevede la presenza di tre esperti che debbano controllare e che pesano sul bilancio per 60mila euro.