SAN NICOLA LA STRADA. A Sant’Antimo la caccia agli insozzatori pubblici funziona, beccata una donna, 1000 euro di multa

di NUNZIO DE PINTO

A Sant’Antimo la caccia agli insozzatori pubblici funziona, beccata una donna, 1000 euro di multa

SAN NICOLA LA STRADA – Stamattina la mia attenzione è stata catalizzata da una notizia che proviene dal Comune di Sant’Antimo dove i Vigili Urbani di quel comune, guidati dal Comandante, Maggiore Biagio Chiariello, hanno sorpreso una donna alla guida di una Fiat Punto che, arrestata la marcia, ha preso un grosso sacco nero con all’interno dei rifiuti indifferenziati abbandonandoli per strada, precisamente piazza principessa Margherita. Purtroppo, l’azione messa in atto dalla donna non è passata inosservata. Infatti gli agenti l’hanno bloccata e condotta in caserma per la contestazione delle violazioni. Da accertamenti il veicolo è risultato sprovvisto di copertura assicurativa e per questo sequestrato. Dopo aver pagato la sanzione, il proprietario ha deciso di demolire il mezzo. Contestate anche violazioni relative alle norme ambientali, in tutto circa 1.000 euro. La notizia mi ha fatto ricordare come sul territorio del Comune di San Nicola la Strada circolano impudentemente numerose cittadini, provenienti anche dai comuni viciniori, che abbandonano, preferibilmente quando cala l’oscurità, rifiuti di ogni sorta, nonostante la Città, guidata dal Sindaco Vito Marotta, si sia dotata recentemente di più di ben 18 telecamere, di cui diverse installate dalla stessa DHI, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rr.ss.uu.. Le telecamere sono state attivate in: Piazza Parrocchia-Municipio, piazzale Campo Sportivo, piazzetta Matilde Serao, piazza Rotonda direzione Napoli, piazza Rotonda direzione Caserta, incrocio via Leonardo da Vinci-via S.S. Cosma e Damiano, piazza della Repubblica, via Pertini-campo basket-Accademia musicale, via Fermi 1, piazza Perlasca, piazzale cimitero, mentre la centrale operativa è gestita dal Comando di Polizia Municipale sito in Via Paul Harris. Quando si farà più intensa la lotta agli inquinatori da parte dei caschi bianchi sannicolesi ? La buona volontà dimostrata dai residenti, gli incontri organizzati dall’assessore al ramo con i sannicolesi, il puntuale ed ottimo lavoro degli operatori ecologici della DHI, non sono ancora riusciti a debellare la “vigliacca” azione di questi moderni “untori” che, evidentemente, a casa loro sono abituati a vivere nella sporcizia. Il controllo del territorio e la particolare attenzione nei riguardi di fatti di degrado particolarmente importanti, come lo sono gli sversamenti abusivi dei rifiuti, dovrebbero essere una missione quotidiana per la Polizia Municipale. Ad esempio, presso il Parco SCCAC da diversi giorni fa belle mostra di sé lo sversamento di materiale edile abbandonato proprio vicino al gabbiotto dove sono stati installati i contenitori per i residenti del parco. non dovrebbe essere troppo difficile per la DHI e l’Amministrazione comunale far prelevare e smaltire questo materiale edile che qualche incivile ha abbandonato.