AMMINISTRATIVE 2016. CASERTA CITTA’ FUTURA : ENZO BOVE CON ANTONIO DE FALCO PRONTI PER CASERTA CITTA’ DELLO SPORT DOMANI 14 MAGGIO 2016 IN PIAZZA VANVITELLI.

a cura di Giovanna Paolino

E’ cominciato il conto alla rovescia per l’evento  ” Caserta Citta’ dello Sport “, evento patrocinato dal Movimento Caserta Citta’ Futura,  che si svolgera’ domani 14 maggio 2016 a partire dalle ore 19.00  a Caserta in Piazza Vanvitelli.

La Kermesse e’ stata fortemente voluta da Enzo Bove , candidato Sindaco di Movimento Caserta Citta’ Futura, unica lista civica che a Caserta corre per le amministrative 2016, e da Antonio De Falco , candidato Consigliere Comunale nella lista Caserta Citta’ Futura.

Un evento destinato ad aprire un solco nel futuro dei giovani della nostra citta’  ai quali Enzo Bove , con Antonio De Falco,  indica la strada dello Sport come  strumento di promozione  e di aggregazione  civile e sociale. ” L’occasione – ha detto il candidato Sindaco  Enzo Bove-  consentira’ a tutta la cittadinanza di confrontarsi  insieme  con noi su idee e progetti del futuro di Caserta a cui  vogliamo restituire il titolo di Citta’ dello Sport”.

” Il Movimento Citta’ Futura – ha continuato il candidato Consigliere Comunale  Antonio De Falco –  ha deciso di portare in piazza, con un evento all’aperto, la Boxe,  per condividere insieme alla cittadinanza  un progetto di rilancio dei cosiddetti Sport Minori”.

Attesa e febbrile organizzazione , dunque, fervono per questa manifestazione   durante la quale , proprio in Piazza Vanvitelli, dinanzi a Palazzo Castropignano, sede del Comune, sara’ montato per l’occasione un ring sul quale si alterneranno  giovani atleti  che si cimenteranno in incontri pugilistici ed Enzo Bove con i candidati consiglieri comunali di Citta’ Futura.

Protagonisti indiscussi dell’evento  saranno i giovani allievi della Palestra Tixon Boxe guidata dal Maestro Antonio Coppola , ex Pugile ,  da anni impegnato nella aggregazione e nella rieducazione sociale dei giovani casertani attraverso lo sport.

Antonio Coppola e’ un Casertano che ha indossato la casacca dell’impegno civile senza clamore e senza i consueti fasti delle copertine dei giornali. La sua Palestra, Tixon Boxe, opera prevalentemente fra i giovani dei quartieri popolari di Caserta dove ai ragazzi e’ negato tutto  per la mancanza di spazi  di aggregazione e per la mancanza di soldi.

Il Maestro Coppola  e’ ormai diventato un punto di riferimento per tanti ragazzi  di questa citta’ che , al di la’ della gloria, sognano un punto dove  potersi incontrare e dove potere essere incondizionatamente accettati. Antonio Coppola ha ottenuto  di usufruire della palestra della Scuola Media ” Leonardo da Vinci”  proprio nel Rione Tescione e qui ogni pomeriggio allena i suoi ragazzi. montando e smontando quotidianamente gli attrezzi pugilistici  al fine di consentire agli studenti della scuola media il normale utilizzo della palestra.

Ma non e’ tutto.  L’iscrizione alla Palestra Tixon Boxe di Antonio Coppola e’ gratuita per i minori di anni 14.

” Prima di ogni allenamento – spiega Antonio Coppola-  incontriamo i giovani atleti per parlare dei loro problemi  indicando soluzioni alla luce delle norme di educazione civica “.

Una palestra di vita, dunque, e’ il caso di dirlo, quella che domani il Movimento Caserta Citta’ Futura guidato da Enzo Bove  porta in campo in Piazza Vanvitelli .

” Abbiamo deciso di valorizzare il Pugilato – ha detto Enzo Bove-  perche’ riteniamo che sia uno sport , che pur avendo meno risorse e meno spazi nei media cittadini, ha pari dignita’. Riteniamo che  l’essenza dello sport debba  essere slegata da meri interessi commerciali e il nostro intento e’ quello di potenziare e di valorizzare la passione sportiva dei giovani , indiscutibile collante civile e sociale. Scendiamo in piazza per dire , tuttavia, che la passione non puo’ coprire tutto.   Per le strutture, i ferri del mestiere, gli allenamenti e tutto quanto ruota intorno allo sport servono anche risorse”.

 

“La boxe – ha concluso Antonio De Falco –  è solo apparentemente uno sport di forza bruta. In realta’   si tratta di una pratica  sportiva  con  dei veri e propri momenti di educazione e crescita per i ragazzi. Una crescita legata a saper fare delle scelte e a condividere dei valori precisi. Non a caso due degli elementi più significativi della disciplina della boxe sono il ring e il gong. Il primo che delimita lo spazio della lotta, all’esterno del quale però non si combatte, e l’altro che impone un inizio e una fine dello scontro: a ricordarci che ogni scontro o confronto con le persone che ci circondano deve, ad un certo momento, finire per poter recuperare il rapporto con chi fa parte della nostra vita, dai famigliari, agli insegnanti e agli amici”.

L’appuntamento, dunque, e’ per tutti domani 14 maggio in Piazza Vanvitelli augurandoci che l’esempio di correttezza e sacrificio dei ragazzi di Antonio Coppola sia seguito dai tutti i candidati  saliti sul ring delle amministrative 2016.