CASAGIOVE. Il Centro Hecate di Casagiove tra i protagonisti a Procida della rassegna Marzo Donna 2019

Da venerdì 8 marzo 2019 si inaugurerà la III edizione della rassegna Marzo Donna 2019, che rappresenta una delle manifestazioni principali promosse e patrocinate dal Comune di Procida

CASAGIOVE – Si rinnovano nel mese di marzo gli appuntamenti sociali e culturali volti a favorire una sostanziale condivisione sui temi legati alle dinamiche insondate delle pari opportunità, delle discriminazioni e della violenza, che profondamente toccano l’universo femminile. Momenti celebrativi per analizzare le questioni sensibili connesse alla diversità di genere e per alimentare le occasioni di dibattito e di dissenso comune, affinché non si esaurisca l’importanza del dialogo nella sola giornata di commemorazione.

Sulla scia di questi presupposti, a partire da venerdì 8 marzo si inaugurerà la III edizione della rassegna Marzo Donna 2019, che rappresenta una delle manifestazioni principali promosse e patrocinate dal Comune di Procida guidato dal Sindaco Raimondo Ambrosino e fortemente caldeggiata dalla Consigliera delegata alle Pari opportunità, Sara Esposito. Una rassegna importante caratterizzata da una serie di eventi (mostre, performance artistiche, incontri e open day di presidi sanitari) che si svolgeranno fino al 29 marzo.

La manifestazione, mirata ad accendere un confronto pubblico propositivo e a non abbassare i toni sull’importanza della prevenzione, per l’edizione 2019 avrà tra i suoi protagonisti anche la dott.ssa Adele Grassito, responsabile del Centro Hecate di Casagiove (CE), che sabato 9 marzo dalle ore 9.00 interverrà presso la Sala Consiliare del Comune di Procida, per la presentazione del libro fotografico Dal Buio alla Rinascita della rinomata foto-reporter Mina Fiore. “Sono molto lieta di essere stata invitata, quale coordinatrice del Centro Hecate di Casagiove, a presenziare ad uno degli appuntamenti di Marzo Donna nella bellissima cornice dell’isola di Procida – ha dichiarato la prof.ssa Grassito – e ringrazio sin da ora la promotrice di questo incontro, la dott.ssa Carmen Minichino, che ha saputo cogliere il valore del viaggio visivo di Mina Fiore.

Il libro nella sua fluida ma intensa complessità – dichiara la dott.ssa Grassito – esalta la lettura attraverso immagini parlanti, capaci di porre il lettore e le lettrici dinanzi ad una realtà anti riflessa, proprio come accade quando ci si specchia. Un meccanismo interpersonale di grande potenza introspettiva, che ci rimanda a luci e ombre, talvolta ingombranti, ma così reali da convincere l’anima a sostenere e ad affrontare coraggiosamente un processo di crescita verso se stessi e gli altri. Quel percorso di consapevolezza che Mina Fiore ha definito di rinascita, attraverso i suoi scatti in cui denuncia una inaccettabile e ingiustificabile violenza”.

Oltre alla presentazione del libro, si avrà l’opportunità di visitare l’omonima mostra fotografica curata dalla stessa Mina Fiore. Tra gli ospiti saranno presenti anche l’attore Attlio Miani, la cantante Marianna Parolisi e l’avv. Claudia Esposito, presidente dell’associazione centro antiviolenza “Teresa Bonocore” onlus.