CASERTA. CONSIGLIO COMUNALE: L’OPPOSIZIONE ALZA GLI SCUDI CONTRO LA CONVALIDA DELLA NOMINA A CONSIGLIERE COMUNALE DI CAMILLO FEDERICO . Unico assente MASSIMILIANO MARZO

Caserta.  E’ iniziato  il Consiglio Comunale di Caserta.

Una seduta importante, quella odierna, dove e’previsto , fra i vari punti all’ordine del giorno, il seguente :la convalida della nomina a Consigliere Comunale di Camillo Federico in seguito alla delibera del Consiglio Comunale . 82 del 6.10. 2017.

In questo momento il Segretario Comunale sta svolgendo l’appello : 22 presenti e 11 assenti.

Fra gli assenti Antonio Ciontoli e Massimiliano Marzo.

Il Presidente De Florio  leggela relazione del Segretario Generale Luigi Martino il quale

ribadisce che non esiste una regola scritta relativa al numero dei Consiglieri necessari per garantire la validita’ della seduta’ consiliare . Esiste la regola di 1/3 , il cui risultato va arrotondato per eccesso o per difetto a seconda che superi o meno lo 0,50.

Secondo Martino , in relazione alla seduta consiliare del 6 ottobre scorso, l’arrotondamento per eccesso non andava fatto da 10.66 a 11 e che quindi il numero di 10 consiglieri sarebbe stato bastevole per procedere.

Nel silenzio del regolamento per le sedute consiliari di seconda convocazione – dichiara Martino – occorre pertanto applicare il principio dell’arrotondamento aritmetico , atteso che 1/3 di 32 , numero dei Consiglieri COmunali assegnati a Caserta, non e’ costituito da un numero intero, ma da una cifra inferiore ad 11 , ovvero 10,66 .

“Il voto espresso allora è illegittimo – aveva spiegato il consigliere Bove – in quanto espresso da un una Assise che non raggiungeva il quorum numerico previsto dall’articolo 38 comma 2 del Tuel, ossia un terzo dei consiglieri assegnatari, sindaco escluso”.

A prendere per primo la parola , il COnsigliere Stefano Mariano F.d.I il quale sta bacchettando duramente la Presidenza per il ritardo nella riunione nell’inizio dell’assise che avrebbe dovuto iniziare alle ore 8.30.

Stefano Mariano altresi’ ha redarguito la Presidenza del Consiglio per la lentezza nello svolgimento dei lavori consiliari e per la lentezza nelle convocazioni dei consigli comunali.

Sulla stessa linea anche Norma Naim e Francesco Apperti di Speranza per Caserta

Anche il Consigliere Riccardo Ventre – Speranza per Caserta- ha votato a favore della convalida.

A prendere la parola per Forza Italia il Consigliere Emilianna Credentino che chiede  quali possano essere le conseguenze di un voto negativo del Consiglio Comunale alla richiesta di convalida della delibera.

” Dovremmo ricostruire il Consiglio Comunale in tutte le delibere successive”: questa la risposta del Presidente De Florio.