Le foto. Panchina rossa allo stadio Pinto di Caserta

Da stamattina a Caserta è presente una panchina rossa allo stadio Pinto, simbolo della lotta ad ogni forma di violenza contro le donne. Il merito di questa installazione è del puglie maddalonese Clemente di Crescenzo, che da anni si allena nella palestra adiacente allo stadio con il suo team Boxic.

Il puglie, autorizzato dall’amministrazione del capoluogo, è stato autorizzato ed ha voluto fortemente questo simbolo proprio dinanzi al luogo in cui si allenano con lui  tante donne, imparando anche le tecniche di autodifesa. Ricordiamo che di Crescenzo è attivissimo, da 5 anni, con iniziative su questa tematica: non solo lo sport, ma anche, convegni, eventi e collaborazioni in ambito sociale con sportelli antiviolenza e case rifugio. Di recente, inoltre, è stata creata un’associazione, “Calatia rosa” che si occupa di sostenere donne vittime di violenza.

Nei prossimi giorni, nei limiti di quanto è possibile per la normativa covid, alla presenza del sindaco Carlo Marino, ci sarà una cerimonia di inaugurazione ufficiale della panchina rossa.