MARCIANISE. INCIDENTE SUL LAVORO: MUORE OPERAIO PRECIPITANDO NEL VANO ASCENSORE

Marcianise.

Un operaio di 45 anni è morto in un incidente sul lavoro nel cimitero di Marcianise. Tutto è accaduto nel pomeriggio  di ieri 28 dicembre intorno alle 15.00 quando un uomo, in circostanze ancora da chiarire, è precipitato mentre lavorava nel vano ascensore di uno degli edifici in costruzione nell’area nuova.

Il sindaco Velardi, allertato dagli operai del cantiere, è arrivato immediatamente sul posto. Sul luogo sono giunti i carabinieri e un’ambulanza del servizio 118 i cui sanitari hanno tentato invano una manovra di rianimazione. Sul posto anche i vigili del fuoco che si sono calati nel vano ascensore per recuperare il corpo dell’operaio. L’uomo, Salvatore Chianese, sposato, originario di Mugnano di Napoli, è titolare, insieme ad un socio, della ditta S.G. Ascensori Snc. A quanto si apprende, la ditta, che si occupa di installazione, riparazione e manutenzione di ascensori e scale mobili, stava effettuando per conto della Ia.Ci. Srl di Caserta, dei lavori nella costruenda area cimiteriale nuova.

L’uomo ha riportato nella caduta, da un’altezza di oltre cinque metri, gravi fratture al cranio che sono risultate letali. I carabinieri della locale Compagnia e il personale dell’Ispettorato del Lavoro stanno ricostruendo la dinamica dell’accaduto e verificando in particolare il rispetto delle norme di sicurezza. La parte del cantiere in cui si è verificato il decesso è stata sequestrata e sulla salma è stata disposta l’autopsia presso l’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Gli accertamenti sono coordinati dalla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Una delega specifica è stata data alla polizia municipale di Marcianise. Il consiglio comunale, riunito ieri pomeriggio, si è svolto in misura ridotta ed ha osservato un minuto di raccoglimento per rispetto della vittima e della famiglia.