Mondragone, amministrative 2017. Vicenda Palazzetto dello Sport : le osservazioni del Prof. SEBASTIANO DEVASTATO

di GIOVANNA PAOLINO

Mondragone.  Nella citta’ rivierasca  , alla vigilia delle ammistrative di domenica 11 giugno 2017, e’ scoppiata una vera e propria bufera politica.

A scatenare gli animi, gia’ esarcebati da una campagna elettorale molto difficile, e’ stata l’inaugurazione del Palazzetto dello Sport da parte del Sindaco uscente Giovanni Schiappa avvenuta  il 4 giugno 2017.

All’indomani di tale solenne cerimonia ,  sarebbe emerso che il Palazzetto dello Sport di Mondragone , nonostante i proclami di imminente apertura da parte del Sindaco Schiappa, sarebbe stato privo, in realta’, dei certificati di prevenzione antincendi e non in regola con le norme di sicurezza. Pertanto, allo stato, la struttura continua ad essere chiusa.

Sul punto interviene il Prof. Sebastiano Devastato  il quale precisa di non essere il Portavoce del Sindaco Schiappa. ” Io non faccio parte dei seguaci di Giovanni Schiappa – spiega Sebastiano Devastato – . Tuttavia considero naturale che egli venga attaccato da tutte le parti . E’ cosi’ per chi sta in sella rispetto a chi sta a piedi e vorrebbe disarcionarlo “.

Da qui l’intervento di Sebastiano Devastato sulla vicenda del Palazzetto dello Sport di Mondragone, la cui inaugurazione da parte di Giovanni Schiappa e’ stata considerato un vero e proprio bluff elettorale per le ragioni sopraindicate.

”  A questo punto non posso fare a meno di osservare- replica Sebastiano Devastato – che il Palazzetto dello Sport è stato un ‘bluff” di molti Sindaci a cominciare dal buon dott. Ugo Alfredo Conte che ne incaricò la progettazione nel lontano 1999, e quando nel 2008 concluse con un anno di anticipo il suo secondo mandato  il Palazzetto non era stato ancora completato, benché appaltato”.

” Adesso sindaci, consiglieri ed assessori di quelle giunte, puntano il dito su Schiappa  –  arringa il Prof Devastato – .E’ una vergogna che ne parlino  proprio quelli che il ‘bluff’ ‘ lo hanno costruito, determinato e sfruttato a fini elettoralistici più volte.  Si pensi al  nuovo impianto di depurazione fatto finanziare dall’On. Ministro Mario Landolfi – otto elezioni ci ha fatto con quella credenziale-  . Oggi , alla vigilia delle nuove elezioni amministrative , come cittadino ,vorrei sapere ,  dopo tanto parlare , dove sta l’impianto di depurazione”.

” E non mi fate parlare dell’immondizia e della sua gestione – continua – Ma avete diemnticato l’Eco4 ?”.

E conclude : ”  Vergogna! Andatevi a nascondere o cercate di ‘vendervi’ a chi non vi conosce”.