PRESENTAZIONE PROGETTO “SPORTELLO ORIENTAMENTO ALLA FORMAZIONE” CRI

Prende il via un progetto pilota della Croce  Rossa Comitato di Napoli,  lo "SPORTELLO ORIENTAMENTO ALLA FORMAZIONE CRI".

Ricevuto, pubblichiamo.

Prende il via un progetto pilota della Croce  Rossa Comitato di Napoli,  lo “SPORTELLO ORIENTAMENTO ALLA FORMAZIONE CRI”.

Il giorno 13 alle 15 presso la sede del Comitato un momento di condivisione del progetto con tutti i volontari con la presenza dell’assessore regionale per la formazione professionale, Armida Filippelli.

“I diritti degli uomini devono essere di tutti gli uomini, proprio di tutti, sennò chiamateli privilegi”. Gino Strada

L’idea nasce da una maturazione progressiva di attività in essere in Comitato, che da anni, con uno SPORTELLO ATTIVITA’ SOCIALI segue famiglie socialmente vulnerabili, un numero ragguardevole di utenti, interventi e dati che analizzati consentono di avere ben chiara la mappatura “sociale” di un territorio con istanze varie e complesse.

Da esse è possibile tracciare un perimetro chiaro di bisogni che spaziano dall’isolamento sociale, alla povertà economica ed educativa.

Nelle zone ad alta vulnerabilità, come quella della città Metropolitana di Napoli, stando ai dati ISTAT 2019, è maggiore l’incidenza di famiglie numerose o composte solo da anziani, monoparentali, adulti non scolarizzati, semianalfabeti, privi di una qualifica professionale, sempre più presenti i fenomeni dei NEET e degli HIKKIMORI.

Pertanto, la formazione quale “strumento e mezzo”, risulta l’unica via percorribile per soggetti socialmente vulnerabili al fine di innalzarne il livello delle tutele e facilitarne le transizioni occupazionali.

Da queste riflessioni nasce CRI+LAB un “Ponte tra istanze e offerte: bisogni e risposte”; iniziando dall’ascolto dei bisogni, supportando la persona nell’elaborare un progetto professionale e/o di studio, rispettandone l’individualità, e partire, e spesso RI-partire dalla formazione.

Come il Presidente della Comitato di Napoli, Dott. Monorchio, ha sottolineato durante uno degli incontri organizzativi “Questo primo appuntamento è testimonianza di un impegno costante nel costruire percorsi concreti e sinergie valide per raggiungere gli obiettivi statutari sotto l’egida dei 7 Principi CRI.

Solo un primo tassello, la pietra angolare di un lungimirante disegno: la formazione quale “strumento e mezzo” per il riconoscimento di diritti e tutele”

Il giorno 13 alle 15 presso la sede del Comitato un momento di condivisione del progetto con tutti i volontari  con la presenza dell’assessore regionale per la formazione professionale, Armida Filippelli.

L’Ass. Filippelli è sempre molto sensibile ed attenta a tutte le iniziative, degne di valore e credito, che  coinvolgono aree con equilibri socialmente fragili dove si rende necessario un consolidamento delle reti sociali.

Lo Sportello CRI sarà un presidio sul territorio affiancando le già note attività di Croce Rossa che sono di supporto all’utente/cittadino CRI+lab è finalizzato alla creazione di processi di empowerment, mirati a consapevolizzare gli utenti rispetto ai propri diritti e ne promuova l’autonomia ed opererà in rete mettendosi a disposizione dei servizi del territorio, quali il CPIA, il Centro per l’Impiego, le organizzazioni sindacali, le agenzie del lavoro, gli enti di formazione e tutte le realtà del pubblico e del privato che si occupano a vario titolo della formazione e dell’inserimento lavorativo.

Lo sportello di orientamento è un servizio gratuito. Ogni incontro sarà individuale ed i colloqui potranno essere effettuati presso la sede o in alternativa da remoto.

E senza fini di lucro saranno le attività e le prestazioni fornite agli utenti anche da enti terzi