Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

SAN NICOLA LA STRADA. Monumento all’11 settembre in Piazzetta Serao nel degrado, associazione aspetta di poter curare l’area

NUNZIO DE PINTO

Il Monumento alle vittime dell’11 settembre in Piazzetta Matilde Serao nel degrado

SAN NICOLA LA STRADA – Ci dispiace dover mostrare, in maniera impietosa, lo stato di degrado in cui versa il Monumento alle Vittime dell’11 Settembre 2001, uno dei simboli della Città di San Nicola la Strada, unitamente al Monumento ai Caduti sito in Piazza Municipio ed al Monumento per i Martiri di Nassiria in Via Milano, per via dell’incuria dovuta alla mancata e periodica pulizia monumento. Sono gli stessi residenti che stigmatizzano le condizioni di incuria e degrado in cui versa il monumento alle vittime dell’11 Settembre 2001, che fu installata nel 2003 dall’Amministrazione dell’ex Sindaco pro-tempore Angelo Antonio Pascariello. Per recuperare il Monumento si potrebbe cominciare con lo slogan “Basta poco che ce vò” per affrontare il degrado dello storico manufatto nella sua interezza che da quattordici anni ci ricorda i caduti delle “Torri Gemelle”. Il problema della manutenzione del verde pubblico, anche se al momento la ditta che ha vinto l’appalto si sta occupando della potatura degli alberi di medio e basso fusto nonché del taglio dell’erba lungo il CIAPI. Ma il monumento ai Caduti delle Torri Gemelle è irriconoscibile ad un occhio attento perché i rovi non vengono curati e potati e crescono in maniera smoderata in altezza, tale da renderlo non vivibile. Senza contare che la targa apposta alla base del monumento con il passare degli anni è diventata illeggibile, ci vorrebbe una pulitura della testa. Insomma, “che ce vò, ce vò poco”. I Monumenti siti in Piazza Municipio ed in Via Milano, sono, al contrario, sempre in ordine, a dir del vero. Nelle dinamiche cittadine sannicolesi che regolano la scala di importanza, ammettiamolo serenamente, come giornalisti contiamo meno di zero e, proprio per questo, non siamo mai presi in considerazioni, così come i residenti della Piazzetta Matilde Serao che, seppure abbiano costituito un’Associazione ad hoc ed hanno fatto richiesta di potersi prendere cura dell’area a verde pubblico, così come previsto da un’apposita delibera comunale avente ad oggetto: “Adotta un’aiuola”, da un anno stanno ancora aspettando che il delegato al Verde Pubblico di adoperi in merito. Ci sono cose che, seppure nessuno ci prende in considerazione, non possiamo sottacere. E quella relativa al degrado dell’area a verde pubblico di Piazzetta Matilde Serao è uno di quei luoghi. Vorremmo chiedere al Sindaco Vito Marotta di trovare il tempo per firmare l’autorizzazione alla predetta associazione di privati alla quale, dando esecuzione prioritaria alla delibera dell’Esecutivo cittadino nr. 20 dell’1 marzo 2016, possa affidare la manutenzione dell’area a verde di Piazzetta Matilde Serao. Il Monumento è opera dell’artista Mimmo Santacroce che l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco pro-tempore Angelo Antonio Pascariello, aveva commissionato ed è dedicata alle Vittime innocenti dell’11 settembre 2001. Sulla sommità dell’opera, composta da un piedistallo marmoreo e da una struttura metallica, c’è, sulla sua sommità, una fiaccola. L’opera venne inaugurata nel 2003 e per l’occasione, Mimmo Santacroce, artista nato a Maddaloni il 1943, ma che vive ed opera a San Nicola la Strada, donò gratuitamente l’opera al Comune di San Nicola La Strada che, con una solenne cerimonia, la installò in Piazzetta Matilde Serao, che affaccia proprio sul viale Carlo III^ dove è visibile a tutti gli automobilisti di passaggio, a mò di caducità della vita, ma non pensava che la sua opera facesse una così triste fine. Nella sua lunga vita d’artista, Santacroce ha ricevuto lusinghieri riconoscimenti di critica e pubblico. Ha preso parte a numerose manifestazioni artistiche in campo nazionale ed internazionale. Nel 1996 ha realizzato l’opera monumentale in ferro “Il Cavatore (Il Tagliamonte)” sistemata nel 1997 in via E. Fermi a San Nicola la Strada; nel 2001 l’opera monumentale “11 Settembre” e, più recentemente, una copia, fedele all’originale, del “Cristo Velato”.

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale