20 Gennaio 2021: una data felice da ricordare.

La riflessione sulla giornata di ieri dell'on. Del Monaco

Ieri, nel giorno di San Sebastiano, militare romano, martire per aver appoggiato, difeso e sostenuto la fede cristiana, sono accaduti tre eventi di grande rilievo: internazionale, nazionale e, quello a noi più vicino, provinciale.

Biden si è insediato alla Casa Bianca, ha giurato fedeltà ed è ufficialmente il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America: un uomo dai forti valori cristiani e democratici, un uomo deciso a riportare serenità, pace e stabilità alla Nazione, ricucendo rapporti ed eliminando tensioni, abbattendo muri.
Un uomo che, finalmente, spazza via gli anni di Trump, tracciando un cammino lontano da arroganza, eccentricità ed egoismo.

Dopo due giorni difficili, ricchi di parole, contrasti, dubbi, paure, incertezze… sotto lo spettro allarmante di una crisi che aleggiava sulla testa di ognuno di noi, l’Italia torna a respirare con più serenità: il Governo Conte, ristabilita una maggioranza, può continuare il suo percorso, che, voglio ricordarlo, è stato minato da ostacoli di ogni genere, come mai prima. La pandemia ha causato battute di arresto, crisi di vario genere, grandi paure per il futuro…ma il nostro Presidente è un uomo saggio, onesto, con un unico forte obiettivo: risollevare il Paese, rilanciare l’economia e, attraverso i fondi europei stanziati, creare tutti i presupposti per una crescita più giusta ed equilibrata, che vede il Sud fortemente in primo piano.
Sono stati giorni difficili, lunghi come notti buie senza luna e stelle. Ma siamo tornati a sperare, a vedere la luce, forti del lavoro fin qui messo in campo e consapevoli di quanto ci sia ancora da fare.

L’ultimo importante evento di ieri, infine, riguarda la nostra provincia.
I miei più sinceri e sentiti auguri al nuovo Vescovo di Caserta, Monsignor Pietro Lagnese, del quale ho ascoltato le parole in TV: avrei voluto essere presente, stringergli la mano, ma non mancherà occasione appena possibile.
Desidero ugualmente raccontare la mia emozione: ho visto un uomo buono, volto alla condivisione, alla carità, all’umiltà; un uomo che abbraccia totalmente i dettami di Papa Francesco, mettendo al centro gli ultimi, i sofferenti, gli “scartati”.
Caserta, ha rammentato, deriva da “Casa Hirta”, casa posta in alto, proprio come la casa di nostro Signore, nel regno dei cieli.
Puntare dunque ad un bene comune e superiore, che tenga conto della bellezza delle nostre terre, che possa rispettare il creato favorendo un’economia più green, sviluppando progetti ecosostenibili.
Sono state parole emozionanti e un sorriso si è aperto sul mio volto: davvero credo che questo 2021 possa essere un anno di rinascita e di nuova vita.