40 E 50 anni d’iscrizione all’albo dei MEDICI-CHIRURGHI e degli ODONTOIATRI della provincia di CASERTA.

Cerimonia all'auditorium della Provincia

Tanti plausi e molta commozione alla cerimonia per i 40 e 50 anni d’iscrizione all’albo dei medici-
chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Caserta. La manifestazione ieri pomeriggio all’Auditorium
della Provincia, in via Ceccano. Trenta i professionisti casertani premiati quest’anno con cinquant’anni di
iscrizione. A loro sono state consegnate una pergamena e una medaglia. Un riconoscimento anche ai medici
che hanno raggiunto il traguardo dei quarant’anni di iscrizione. Questi sono stati centoquindici. A loro è stata
consegnata una targa. Con i premiati anche i loro familiari e tanti amici. Ad accogliere gli ospiti il presidente
dell’Ordine Carlo Manzi e l’intero Consiglio direttivo.
«È stato un momento molto importante – ha detto Manzi – che l’Ordine ha voluto rinnovare mantenendo
una tradizione ormai consolidata negli anni. Un riconoscimento a quanti per tanto tempo e con immutata
passione hanno esercitato la professione medica, nonostante le difficoltà derivanti da un contesto sociale,
umano ed economico sempre più difficile e complesso. Sicuramente un evento importante soprattutto per i
colleghi che hanno tanto onorato la professione in provincia di Caserta. Ma è stato anche un momento di
confronto. Questi medici, mi piace evidenziare, hanno vissuto sul campo la nascita del Sistema Sanitario
Nazionale o comunque momenti antecedenti alla nascita della legge 833 che lo ha istituito». Quindi, ha
evidenziato: «Una cerimonia molto bella. Certo è stato anche un momento di commozione soprattutto per i
più anziani. Il bello di essere meridionali è anche questo. Moltissimi colleghi erano accompagnati dalle
famiglie, figli e nipoti. Molti di loro non si vedevano da tempo e hanno avuto così occasione di ricordare i
trascorsi. Alcuni addirittura erano colleghi dell'università o avevano lavorato insieme, tutti contenti di
rincontrarsi. È sempre una circostanza di grande emozione rivedere colleghi che testimoniano la loro attività,
la passione, la vocazione. Da notare che nel gruppo dei trenta c’erano solo due donne. Una gran differenza se
si pensa che qualche settimana fa in occasione del Giuramento di Ippocrate più della metà dei giovani
professionisti premiati erano donne». «Ogni anno mi emoziono. Ascoltare le parole dei colleghi con
cinquant’anni di carriera mi colpisce molto. Alcuni hanno ricordato coloro che non ci sono più e con cui
hanno condiviso un percorso di studio», le parole del vicepresidente dell’Ordine Pasquale Liguori. Questi i
nomi dei trenta medici casertani con cinquant’anni d’iscrizione all’Ordine: Luca Antropoli, Vincenzo
Bernardo, Ciro Angelo Busino, Giuseppe Cangiano, Augusto Silvestro Carmine Cesare, Paolo Cesaro,
Nicola De Siero, Lucio Delli Veneri, Pasquale Di Matteo, Pietropaolo Ferraiuolo, Stefano Giordano, Roberto
Enzo Luigi Iorio, Pasquale La Cerra, Roberto Lino, Silverio Martufi, Amalia Palmisani, Angelo Luigi
Perillo, Giuseppe Romolo Piccolo, Ferdinando Pietropaolo, Mario Piombino, Alberto Plazza, Angelo
Raimondo, Cristina Ricciardi, Giovanni Ronza, Michele Sagnelli, Teodoro Scalzone, Anne Marie Sensevy,
Natale Salvatore Simone, Mario Pasqualino Stranges, Lorenzo Tartaglione.