7milioni di euro per risanare le fogne a Caserta

L'Amministrazione comunale progetta una rete fognaria all'avanguardia

È stato approvato questa settimana il progetto definitivo per risanare e rendere funzionale il sistema fognario della Città di Caserta.
La delibera della Giunta comunale ha confermato la fattibilità tecnica ed economica del progetto. A questo punto il Comune di Caserta sarà pronto ad effettuare gli interventi solo dopo un iter burocratico alla Regione Campania, ma subito dopo aprirà i cantieri per una cifra di poco meno di 7 milioni di euro.

Palazzo Castropignano ha fatto sapere che “l’Amministrazione si propone di razionalizzare la rete fognaria dell’intero territorio“, per farlo realizzerà tratti fognari a servizio di aree non servite o scarsamente servite a causa di una rete vecchia e preesistente.

Nel progetto, non ancora reso completamente pubblico, è sottolineata l’importanza di una rete fognaria più efficiente in via Unità d’Italia, che sembrerebbe essere cruciale per buona parte della Città.

L’opinione politica sulle fogne casertane

Abbiamo accelerato nella progettazione di questo cantiere – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino in quanto ci prepariamo a poter accedere a quei fondi che ci consentiranno di compiere lavori di fondamentale importanza per il risanamento del sistema fognario cittadino. La nostra attenzione – ha continuato – sarà dedicata ad alcuni tratti che richiedono un intervento pronto da parte dell’Amministrazione, in quanto in città ci sono ancora alcune aree scarsamente servite, dove il sistema delle fogne non è efficiente. Questi lavori – ha concluso – costituiscono il completamento della riqualificazione del sistema fognario, già partita con l’ottenimento di 15 milioni di euro di finanziamenti. In questo caso, a giorni verrà pubblicata la procedura di gara”.

Anche il il vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici, Francesco De Michele si è espresso a riguardo dicendo: “Anche stavolta siamo stati bravi e rapidi nel cogliere le opportunità forniteci dai finanziamenti europei. Per noi la riqualificazione del sistema fognario cittadino rappresenta una priorità, un’esigenza non più rinviabile, che servirà a garantire ai cittadini di ogni quartiere un servizio adeguato e senza disfunzioni”.