ACERRA. Denunciata un’azienda, diffidata un’altra ditta e multato con 600 euro un 28enne che abbandonava illegalmente i rifiuti

ACERRA – Nuova operazione dei vigili urbani di Acerra contro lo smaltimento o l’abbandono illecito di rifiuti in città. Nella giornata di oggi, infatti, il Comando della Polizia Municipale di Acerra ha sequestrato, nella zona industriale di Acerra, un’area di circa 2.000 metri quadrati e due mezzi d’opera ad una ditta che stava svolgendo attività di movimentazione dei rifiuti nell’area di pertinenza di un’altra azienda.

I vigili hanno denunciato per smaltimento illecito di rifiuti il titolare della ditta e il committente dei lavori, perché la prima stava operando, per conto della stessa azienda proprietaria dell’area, la movimentazione di terreno, frammisto a sfalci d’erba e rifiuti, in modo non conforme alle norme in materia ambientale, cospargendo il materiale nell’area attigua di circa 2000 mq. Diffidata anche un’altra azienda incaricata all’esecuzione del piano di caratterizzazione dell’area interna alla Montefibre di Acerra. La ditta, pur autorizzata con Decreto della Regione Campania che approvava anche il Piano di caratterizzazione, è stata diffidata dai Vigili Urbani a presentare al Comune tutte le comunicazioni di avvio delle attività.

In ultimo, sempre gli uomini del Comando della Polizia municipale di Acerra, nella giornata di oggi hanno multato un cittadino di Acerra, di circa 28 anni, per abbandono illecito dei rifiuti. Il giovane, residente in pieno centro, è stato sanzionato con 600 euro di multa, perché scoperto ad abbandonare i rifiuti solidi urbani prodotti nella propria abitazione in prossimità di un’attività commerciale di fronte. I caschi bianchi, infatti, hanno rintracciato nelle buste dei rifiuti, alcuni documenti fiscali e amministrativi che facevano risalire al 28enne.