ALLE UNIVERSIADI DI PALLANUOTO VINCONO GIAPPONE E AUSTRALIA A MANI BASSE

CASERTA, UNIVERSIADI 2019 – Allo stadio del nuoto di Caserta vittorie di Giappone ed Australia a mani basse contro Gran Bretagna e Korea.

Andiamo con ordine, primo match tra Giappone e G. Bretagna.

Partono bene i nipponici, in goal con Inaba K, i giapponesi mettono a segno 4 gol in quattro minuti con Date in doppietta e ancora Inaba, quinto gol in lob deliioso con Date, poi la Gran Bretagna si scuote e va a segno con Paddon. Petterson accorcia ancora poi Suzuki per i nipponici riporta il punteggio sul 5-2, ancora Date ed Inaba trascinatori portano i giocatori in canottina blu sull’ 8-2, poi 9-2.

SECONDO QUARTO

Sempre i giapponesi a dettar legge vanno sull’ undici a due, 12-3, Wenstanley capitano dei rosso crociati accorcia ma il gap è ampio.

TERZO QUARTO

Sempre Date trascinatori dei nipponici, chiamato time out per i britannici si va all’ultima frazione rigore per i blu15-6 il divario aumenta, 16-6, ancora Date con un lob porta i propri compagni sul 17-7 terminerà 18-10 per i nipponici senza storia. Date per il Japan, man of the match un incubo va a segno ripetutamente.

Nell’altro match vince l’Australia, batte la Corea in una gara dominata dai canguri giallo verdi.

Subito avanti gli australiani per tre a zero,  accorcia Kang per la Korea,  4-1 Australia, poi 4-2.

Secondo quarto. Cinque a due Lambie per i giallo verdi in canotta appunto verde scuro con striature di giallo a differenza del bianco dei coreani, 2-6, l’ Australia prende il largo, 8-2 nona marcatura poi dieci fino ad arrivarea 10 a finisce la metà gara sull’ 11-3.

Terzo quarto  12 a 3 per i giallo verdi poi 13-3, 14-3, 15-3 17-4 19-5 finirà20 a 5 per i ‘canguri’ un dominio totale gara a senso unico con una doppia espulsione per i bianchi di Korea.

Da segnalare l’ottima prestazione di MacJannet per i verdi venuti dalla lontana isola del Pacifico.