Arnaldo Gadola candidato al Parlamento Europeo ha le idee chiare: se vengo eletto addio alla disoccupazione

Tra i punti del programma elettorale un aumento dell'occupazione soprattutto al Sud

Un uomo d’onore, un vulcano pieno di idee. Concretezza, serietà e determinazione. E’ uno dei candidati al Parlamento Europeo nella lista Meridionale di +Europa Italia in Comune. Stiamo parlando di Arnaldo Gadola, uomo simobolo meridionale di questa prestigiosa competizione elettorale del 26 maggio appoggiato non solo dal PRI ma anche dal movimento Politico Orgoglio Campano e da numerose associazioni sportive culturali e sociali.

Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per farci conoscere le sue reali intenzioni del suo programma in caso di elezione. “Il nostro meridione -afferma Arnaldo Gadola- sta vivendo uno dei più brutti periodi della sua storia soprattutto legato alla disoccupazione uno dei principali problemi. Purtroppo molti giovani sono emigrati all’estero per lavorare lasciando le proprie famiglie a malincuore ma non potevano fare diversamente. Quindi voglio soprattutto battermi per questo fenomeno  che mi assilla personalmente. Il mio piano è di sbloccare l’edilizia e rendere edificabili i terreni dove si creerebbe un vasto giro di occupazione non soltanto per i costruttori, ingegneri, architetti e geometri. Infatti ritorneranno  a sorridere anche elettricisti, idraulici, manovali imbianchini ecc. I Notai ritroneranno a fare gli atti come ai bei tempi ci sarà più lavoro anche per i commercialisti. Grazie a queste risorse il commerico ritornerà a risplendere con affollamenti di bar, ristoranti ed altro. Darò una forte mano alle imprese con aperture di nuove aziende e quindi si apriranno  altri spiragli e quindi posti di lavoro per giovani e meno giovani. Il 26 maggio aspetto una risposta dagli elettori e con una mia elezione si aprirebbero vari spiragli per ridar serenità alle famiglie del nostro Meridione”.