Arrivati a San Nicola la Strada gli 11 ciclisti della Roma-Napoli-Roma

Gli 11 ciclisti storici sono ripartiti alle ore 3:30 di sabato 21 settembre 2019

SAN NICOLA LA STRADA – Venerdì 20 settembre 2019 alle 17.30 sono arrivati in Via XX Settembre in San Nicola la Strada gli 11 ciclisti della gara ciclistica denominata: “XX Settembre” Roma-Napoli-Roma.

All’arrivo gli 11 ciclisti sono stati ricevuti dal Sindaco Vito MAROTTA, dall’Assessore allo Sport Franco FEOLA, dall’Assessore all’Ambiente Lucio BERNARDO e dall’ex Sindaco Pasquale DELLI PAOLI, amministratore delegato della “FPM s.r.l. Elettronica”, che ha sponsorizzato la gara con tappa a San Nicola la Strada sostenendo le spese vive (alloggio in albergo, buffet e quant’altro) e da alcuni consiglieri comunali sannicolesi.

La società FPM srl. Electrical Engineering ha sede in Via Appia nr. 47 in San Nicola la Strada ed è specializzata nella riparazione e relativo collaudo di schede elettroniche di apparecchiature che spaziano dal ferroviario all’elettromedicale ed al settore industriale. I ciclisti storici della NUVI di Varazze (Savona), la società sportiva che ha rievocato la storica gara, impegnati nei primi 240 chilometri della corsa sono:

Davide Segalini (Cremona), Alberto e Marco Boschi (Parma), Adriano Vettorato (Milano), Roberto Zauli (Forlì), Natale Bolgè (Como), Giuseppe Arrivo (Bari), Luciano Cascioli (Roma), Wiliam Salvioli (Modena), Ivan Zaccardi (Ivrea), Tazio Airaghi (Milano), Paolo Furnò (Frosinone), Ulderico Ferrazzoli (Castro dei Volsci).

La partenza della manifestazione da Roma è avvenuta venerdì 20 settembre nel cuore della notte e, prima di giungere a San Nicola la Strada, i ciclisti sono passati per Caserta, dove hanno fatto una foto ricordo sullo scalone della Reggia di Caserta e poi sono giunti al Velodromo di Marcianise.

Infine, l’arrivo in Via XX Settembre a San Nicola la Strada. Alle ore 3:30 di sabato 21 settembre 2019, gli 11 ciclisti storici sono partiti per il ritorno a Roma e nel corso della gara toccheranno le Città di: Caivano, Casoria, Napoli, con sosta in Piazza Plebiscito e sul lungomare Caracciolo, Bagnoli, Pozzuoli, Castel Volturno, Mondragone, il Ponte sul Garigliano dove lasceranno il territorio di Terra di Lavoro.

Quasi 500 chilometri in due tappe. Mezzi meccanici, naturalmente, rigorosamente datati primi anni del “900. La gara ciclistica “XX Settembre” / “Roma-Napoli-Roma è una delle corse più “antiche” d’Italia. Nacque nel 1902 per ricordare, da parte dei Bersaglieri di Raffaele Cadorna, la storica “breccia di Porta Pia” del 20 settembre 1870, per questo motivo la Roma-Napoli-Roma porta anche il nome di “XX Settembre”.

La doppia denominazione rimase in tutte le sue 26 edizioni (l’ultima volta si corse nel 1934) anche se il percorso e la formula variarono spesso. Nell’albo d’oro figurano tutti i più grandi pionieri del nostro sport a iniziare da figure leggendarie come Gerbi (il “Diavolo Rosso”) e Pavesi per continuare poi con i “campionissimi” come Girardengo, Binda, Belloni e Guerra.

Per “spolverare un po’ di polvere” del tempo, la Nova Unione Velocipedistica Italiana (che ha per ha per fine la promozione, la tutela, lo sviluppo e la diffusione del Ciclismo Storico con particolare riferimento ai primi anni del ‘900, incentivandone lo studio, la cultura, e la pratica) ha deciso di rievocare questa corsa, patrimonio storico del ciclismo italiano, con il sostegno della Federazione Ciclistica Italiana.