ASL,  INTENSIFICARE  I  CONTROLLI  ANTI COVID

Caserta –  A seguito di un nuovo scandalo presso l’Asl di Caserta e di alcune segnalazioni pervenute allo Sportello del Cittadino-Cisas, si ritiene opportuno siano effettuati regolari controlli presso tutti i centri di analisi, le strutture sanitarie private e studi medici.

Ciò anche per verificare se le varie norme anti covid siano applicate e rispettate nell’interesse degli assistiti e del pubblico, costretto ad utilizzare le suddette strutture.

Particolarmente, lo Sportello del Cittadino-Cisas  chiede all’Ufficio Prevenzione dell’Asl di   effettuare in merito i dovuti controlli ad incominciare dai centri affollatissimi, distanti solo pochi metri dalla struttura Asl, ove gli assistiti vengono ammassati per lungo tempo in spazi insufficienti, angusti e carenti di ventilazione.

Lo Sportello del Cittadino-Cisas  chiede anche sia effettuato – specie in questo momento particolare di espansione della pandemia – ogni tipo di controllo anche presso pescherie e macellerie, i cui rifiuti vengono a volte sversati in modo non consentito od anche nei vicini chiusini e caditoie.

Intanto, la Segreteria della  Cisas  constata che la vaccinazione anti covid in Provincia di Caserta procede bene per la parte sanitaria, meno bene per la ricezione degli utenti.