Assegnato al comune il contributo di 70.000 euro per progetti nel campo efficientamento energetico

Il contributo è destinato ad opere di efficientamento energetico, quali: interventi di illuminazione pubblica, di risparmio energetico degli edifici pubblici, di installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, e di sviluppo territoriale sostenibile, quali interventi per la mobilità sostenibile, l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici, l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Al Comune di San Marco Evangelista, guidato dal Sindaco Gabriele CICALA, sono stati assegnati 70.000 euro che saranno corrisposti in due quote di pari importo (35.000 euro ciascuna), per la realizzazione di progetti relativi a investimenti nel campo dell’efficientamento energetico e dello sviluppo territoriale sostenibile a favore dei Comuni. Al comune sammarchese è stato assegnato il contributo di 70.000 euro in quanto il predetto Ente di Via Foresta rientra nell’elenco dei Comuni con popolazione compresa tra 5.001 e 10.000 abitanti.

Unico paletto imprescindibile per ottenere il sostanzioso contributo è quello che “…..le opere dovranno essere avviate dal comune entro il 15 ottobre 2019”, ragione per cui il Comune di San Marco Evangelista per tale data dovrà aver attivato l’opera. Il contributo è destinato ad opere di efficientamento energetico, quali: interventi di illuminazione pubblica, di risparmio energetico degli edifici pubblici, di installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, e di sviluppo territoriale sostenibile, quali interventi per la mobilità sostenibile, l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici, l’abbattimento delle barriere architettoniche.

A dare la notizia fu il Ministro Luigi Di Maio che lo scorso 16 maggio 2019 inviò una lettera ai sindaci di tutti i Comuni d’Italia per presentare la misura, contenuta nel Decreto Crescita, la cosiddetta norma “Fraccaro”, che stanzia 500 milioni per l’efficientamento energetico e lo sviluppo sostenibile. “Caro Sindaco, per il suo Comune, così come per tutti i Comuni d’Italia, abbiamo stanziato nuove risorse per le opere di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile. La norma “Fraccaro”, contenuta nell’articolo 30 del Decreto Crescita, si rivolge a lei e ai cittadini che ha l’onore di rappresentare: parliamo di 500 milioni di euro che saranno erogati con l’obiettivo di finanziare gli investimenti sul territorio per favorire la crescita nell’ottica della sostenibilità.

Le risorse, assegnate dal Ministero dello Sviluppo economico nell’anno 2019 a valere sul Fondo Sviluppo e coesione, verranno erogate in proporzione alla popolazione residente. Sono previste soglie contributive che vanno dai 50mila euro per i comuni con popolazione fino a 5 mila abitanti ai 250 mila euro erogati in favore dei comuni oltre i 250mila abitanti. Potrà così scegliere di finanziare una o più opere pubbliche a condizione che esse non abbiano già ottenuto finanziamenti e siano aggiuntive rispetto a quelle già programmate. Il contributo sarà corrisposto in due quote di pari importo. La prima sarà corrisposta a titolo di anticipazione, sulla base dell’attestazione dell’avvenuto inizio dell’esecuzione dei lavori, mentre la seconda sarà erogata a saldo, su autorizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico, anche sulla base dei dati relativi al collaudo e alla regolare esecuzione dei lavori.

Per beneficiare del contributo, le opere dovranno essere avviate dai comuni entro il 15 ottobre 2019. Crediamo che questa sia un’occasione unica per dare impulso a tutti i territori, da Nord a Sud, senza alcuna distinzione né territoriale né, soprattutto, di colore politico. Rimettersi in moto sulla strada della sostenibilità a tutti i livelli ci permetterà di stimolare la crescita tramite piccole, medie e grandi opere. Che a loro volta daranno lavoro alle nostre piccole, medie e grandi imprese, migliorando la vita dei nostri cittadini, che sempre rimarranno il faro dell’azione del Governo. SalutandoLa, Le voglio augurare un buon lavoro al servizio del bene pubblico. F.to Luigi Di Maio”.