Assunzioni Regione Campania: a Casapulla teatro stracolmo per De Luca. Bosco: “Piano per il lavoro rivoluzionario”

Di Francesco Melone

Teatro Comunale di Casapulla stracolmo di persone per l’arrivo di De Luca. Il consigliere regionale Bosco: “Piano per il lavoro rivoluzionario”. Il governatore Vincenzo De Luca: “Concorso trasparente, i giovani devono avere fiducia”.

CASAPULLA – Si è svolta ieri a Casapulla, fortemente voluta dal consigliere regionale Luigi Bosco, Campania Libera – Psi – Davvero Verdi, la presentazione del Piano del Lavoro della Regione Campania che prevede concorsi per 10.000 assunzioni di diplomati e laureati a tempo indeterminato nella Pubblica Amministrazione per i prossimi 2 anni.

In una sala affollata da tanti sindaci, amministratori e moltissimi cittadini, ieri sera, alla presenza del governatore Vincenzo De Luca, è stato spiegato nei dettagli il Piano per il lavoro della Pubblica amministrazione della Regione Campania.

Il piano, e le relative assunzioni, sono necessari  perchè sono previsti migliaia di pensionamenti nelle pubbliche amministrazioni campane, nei prossimi 24 mesi.

Il bando del Concorso nella Regione Campania prevederà dei corsi–concorsi su base regionale, riguardanti diversi profili professionali per laureati e diplomati. Per ogni profilo professionale verrà stilata un’unica graduatoria, da cui gli enti locali presenti sul territorio regionale, potranno attingervi a seconda delle esigenze.

Il Piano prevede un periodo di formazione retribuito di circa 2 anni, al termine del quale i vincitori di concorso, saranno assunti a tempo indeterminato in uno dei vari enti locali regionali.

Il convegno, che si è tenuto presso il Teatro Comunale di via Fermi a Casapulla, è stato fortemente voluto dal consigliere regionale di Campania libera – Psi – Davvero Verdi Luigi Bosco.

Moderati dall’avvocato Linda Maisto, sono intervenuti, il vicepresidente della Provincia Rosario Capasso, l’europarlamentare Nicola Caputo, e il Sindaco del Comune di Caserta Carlo Marino il quale ha osservato: “La ratio del Piano Lavoro è evidente: ridurre i costi della selezione e formazione del personale per gli enti locali. Una grande idea, uno straordinario progetto per i nostri giovani, per il loro futuro, per il nostro territorio”.

Luigi Bosco

Il Consigliere regionale Luigi Bosco, padrone di casa della manifestazione ha dichiarato: “Sin dal giorno successivo alla vittoria elettorale, la giunta De Luca ha pensato al lavoro e alla soluzione ad una situazione drammatica. Dopo una serie di misure importanti, come Garanzia Giovani è partito il progetto rivoluzionario del Piano per il lavoro del governatore De Luca.

Parliamo di atti concreti – continua Bosco – infatti, sono già state approvate delibere e dato mandato al Formez per la stesura del bando. Si punta alla formazione e alla qualificazione dei nuovi assunti, affinché si prepari al meglio la Campania del domani, con una Pubblica amministrazione all’avanguardia“.

Il consigliere del presidente alla Riforma della Pubblica amministrazione Pasquale Granata ha aggiunto: “Nei prossimi mesi ci sarà un vero e proprio esodo, con migliaia di lavoratori impiegati nella Pubblica amministrazione che andranno in pensione. Per questo, grazie alla lungimiranza del governatore De Luca, abbiamo deciso di investire oltre 100 milioni di euro, buona parte sono Fondi europei, per migliorare la capacità amministrativa dei nostri enti. Si tratta della più ampia immissione di personale nella Pubblica amministrazione dopo la 285“.

A chiudere il convegno il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Il nostro Piano per il Lavoro è doppiamente utile. Oltre ad offrire diecimila posti di lavoro, consentirà di ringiovanire la Pubblica Amministrazione. Siccome la Regione può assumere solo personale per se stessa, ma ha tra le sue competenze la formazione professionale, abbiamo pensato al corso-concorso.

Il Governatore Vincenzo De Luca

Tutto – continua il Governatore De Luca – sarà realizzato nella massima trasparenza, nessuno si permetta di vendere nulla.  La graduatoria che andremo a stilare deve essere valida per ogni tipo di assunzione; ci batteremo per questo. La nostra è l’unica proposta concreta per il Mezzogiorno. Per il Sud non c’è nulla se non il Reddito di cittadinanza che, ad oggi, non si è capito ancora cos’è.

Non vogliamo vendere illusioni – conclude De Luca – ma diciamo ai nostri giovani di avere fiducia nel futuro. Ognuno potrà giocarsi le proprie carte, nulla sarà già scritto o condizionato”.

Alcune immagini della manifestazione: