Aumento dell’80% delle tasse di iscrizione al Conservatorio. Domani, martedì, gli studenti protesteranno eseguendo, all’aperto, il Lacrimosa del Requiem di Mozart

“La battaglia degli studenti del Conservatorio di Napoli contro l’aumento spropositato delle tasse di iscrizione è sacrosanta e ci auguriamo che i tanti musicisti passati per quelle aule possano sostenerla”.
Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, annunciando il sostegno a T-ASSAssinio, la manifestazione di protesta promossa dagli studenti del per domani, martedì 10 ottobre, alle 15.30, nei pressi della sede del Conservatorio in via San Pietro a Majello 35, che non vedeva una manifestazione di protesta degli studenti da oltre dieci anni.
“La cultura non si vende e i Conservatori non sono aziende” ha detto Antonio Belardo, uno degli studenti che hanno promosso la manifestazione nel corso della quale “saranno spiegati i motivi della protesta contro l’aumento dell’80% delle tasse di iscrizione e sarà eseguito, all’aperto, il Lacrimosa del Requiem di Mozart”.

Share Button
Pubblicità