AVELLINO: ATTENTATO DINAMITARDO, ARRESTATO UN UOMO

Sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri di Avellino in seguito all'attentato di domenica, 22 settembre 2019, quando una bomba artigianale è stata fatta esplodere nell'auto di un imprenditore del capoluogo.

AVELLINO – Sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri di Avellino in seguito all’attentato di domenica, 22 settembre 2019, quando una bomba artigianale è stata fatta esplodere nell’auto di un imprenditore del capoluogo. I militari dell’Arma hanno avviato una serie controlli e perquisizioni domiciliari nei confronti di soggetti del posto, inoltre stanno acquisendo le testimonianze di amici e parenti della vittima.

Durante la perquisizione dell’abitazione di un 36enne, gravitante nell’area del clan Partenio di Avellino, i Carabinieri hanno scoperto e sequestrato una pistola semiautomatica calibro 7.65, completa di caricatore con 8 cartucce, pronta all’uso. L’arma era custodita all’interno dell’armadio della sua camera da letto.

Dagli accertamenti è risultata essere stata asportata nel corso di un furto in un’abitazione di Avellino, insieme ad altre armi, accaduto nel 2015. Il 36enne è stato arrestato per detenzione illegale di arma clandestina, provento di furto, nonché per ricettazione aggravata. Dopo le formalità di rito è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Bellizzi Irpino.