Aversa, anche LPSC critica l’atteggiamento del Presidente del Consiglio comunale

Aversa– Il Presidente del Consiglio comunale, al pari dei Presidenti di organi di democrazia rappresentativa di rango superiore è quella figura istituzionale che, al di là di quanto comunque previsto dalla legge, deve sempre mantenersi super partes, equidistante dalle posizioni della maggioranza e dell‘opposizione a garanzia del confronto democratico in tutte le sedi.

La libertà d’opinione e di espressione rimane per noi il fondamento e l’humus del sano confronto politico, ma non possiamo come Gruppo consiliare esimerci dal rappresentare tutto il nostro rammarico per le frequenti posizioni di parte, espresse sia a mezzo intervista sia a mezzo social dal Presidente del Consiglio Comunale di Aversa.

Cariche di questo calibro dovrebbero implicitamente richiedere a chi ha l’onore di ricoprirle, la sensibilità di tenersi lontano da strumentalizzazioni, bagarre e azioni politiche attive, indipendentemente dallo schieramento che le persegue.

La democrazia rappresentativa va sempre onorata, non solo nell’aula consiliare, perché “ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.”

LPCS