Avvistati sulle spiagge campane i “pesci mangiaplastica”.

Costruiti con ferro riciclato i contenitori, chiamati “pesci mangiaplastica” e realizzati interamente a mano dagli artigiani incaricati dalla Velia Ambiente, ditta che si occupa del servizio di raccolta dei rifiuti differenziata, possono infatti ricordare nella forma la struttura di un pesce, in realtà sono recipienti utili a tenere pulito il litorale balneare di Torre del Greco.

All’inaugurazione, avvenuta questa mattina, dell’installazione del primo di questi raccoglitori hanno partecipato vari esponenti dell’ente comunale torrese: il sindaco Luigi Mennella, l’assessore Antonio Ramondo e Francesca Immobile, rappresentante dell’ufficio Ambiente.

“Questo momento – dice il sindaco Luigi Mennella – rappresenta un altro tassello nel lavoro che l’amministrazione comunale sta compiendo non solo per avere una città pulita, ma più in generale nell’opera che pone al centro la tutela dell’ambiente.

Mi sento di ringraziare per il lavoro svolto l’assessore Ramondo e l’ufficio comunale preposto, che hanno compreso gli sforzi che stiamo facendo per valorizzare l’area toccata dal mare, a partire dalla Litoranea, che riteniamo possa essere il fulcro nella futura proposta turistica cittadina”.

“Siamo riusciti a contenere i costi – afferma l’assessore all’Ambiente Antonio Ramondo – anzi a far diminuire l’esborso per ogni singola famiglia, grazie agli enormi sforzi messi in campo sulla differenziata, che lentamente, costantemente e con grandi sacrifici sta migliorando giorno per giorno. Oggi siamo vicini a quota 40%: un importante dato, tenuto conto che all’atto del nostro insediamento si era al 18%, ma che riteniamo sia destinato ancora a crescere grazie all’attivazione di nuovi codici, a partire dal multimateriale leggero”.