BAMBINA DI QUATTRO ANNI VIOLENTATA IN SPIAGGIA

Condannato parente a 10 anni di reclusione

Una sentenza di condanna di dieci anni di reclusione è stata emessa in primo grado per un grave caso di violenza sessuale su una bambina di soli 4 anni. Il processo, che si è tenuto presso il Tribunale di S. Maria Capua Vetere, riguarda un tragico episodio avvenuto sulla spiaggia di Castel Volturno.

 

La vicenda ha avuto inizio quando la nonna della piccola ha denunciato il caso alle autorità competenti. Le indagini sono state immediate e hanno portato al rinvio a giudizio del presunto colpevole, che risulta essere un parente della vittima.

 

Nonostante la richiesta di assoluzione avanzata dalla Procura, il giudice Rosetta Stravino, presidente del collegio B della seconda sezione penale, ha emesso una sentenza di condanna a 10 anni di reclusione per l’imputato, il quale è stato assistito dall’avvocato Fabio Scala.

 

L’avvocato Vincenzo Montanino ha rappresentato gli interessi della vittima e dei suoi familiari costituiti parte civile. Tuttavia, va ribadito che l’uomo è da considerarsi innocente fino a una sentenza di condanna definitiva.

 

Una volta che il Tribunale depositerà le motivazioni del verdetto di primo grado, l’avvocato Scala potrà presentare ricorso in Appello, continuando così il percorso processuale.