Banchetto di ItalExit a via Mazzini, dinanzi la Chiesa di Sant’Agostino a Caserta

Caserta – Dinanzi alla Chiesa di Sant’ Agostino per una raccolta firme, ItalExit sta cercando di giungere sino in Parlamento, molti casertani  e non solo anche di paesi limitrofi a firmare la petizione e/o, quanto meno interessati nel chiedere informazioni e quant’altro sull’attività del banchetto o ‘bancariello’ montato.

Presente anche Ciro Guerriero, l’ex candidato sindaco di Caserta che ha semplicemente scambiato due chiacchiere con coloro che hanno provveduto alla organizzazione del gazebo o per meglio dire banchetto, a Largo Sant’Agostino di Caserta lungo via Mazzini a pochi metri dal centralissimo Margherita Caffè.

La raccolta firme e/o petizione che dir si voglia, è stata organizzata,  per consentire alla cittadinanza una democrazia partecipativa, in  vista delle prossime elezioni del 25 settembre tra oltre un mese.

“L’occasione della visita – si legge in una nota stampa del partito – sarà quella di promuovere la raccolta firme per la presentazione delle liste di Italexit per la competizione elettorale del 25 settembre che da giorni si sta tenendo nelle principali città umbre e non solo”.

Il leader di ItalExit, é Gianluigi Paragone, espulso dal movimento cinque ex pentastellato doc e convinto che ha cambiato bandiera mettendosi a capofila, o capogruppo, di questo neonato movimento e  sta cercando di ‘sbancare il lunario’ all’interno delle aule parlamentari in vista delle prossime elezioni di settembre.

Gianluigi Paragone, vorrebbe giocarsi la partita in vista delle prossime elezioni la cui campagna elettorale, ed i cui esponenti sono oramai coinvolti, a 360 gradi, incuranti del periodo feriale e del caldo. D’altronde la politica per i politici oltre ad essere un servizio, per loro diventa un vero e proprio lavoro che li coinvolge ogni 4/5 mesi in costringendoli a scendere in campo ad ogni campagna elettorale ad ogni elezione ma anche referendum.

Vedremo come avverranno gli sviluppi di questa campagna in tono minore, vuoi anche per il periodo feriale che vede molti casertani in vacanza fuori città, almeno in Terra di Lavoro forse per la lontananza, della data delle elezioni o per il disamore che ha la cittadinanza in generale nei confronti della politica e delle loro classi dirigenziali,  seguiranno aggiornamenti sugli sviluppi di questa campagna elettorale estiva di Italexit.

 

Sotto qualche scatto del pomeriggio di raccolta firme: