Bando delle giostrine per disabili, al Comune di Casagiove ora arrivano i finanziamenti

di NUNZIO DE PINTO

CASAGIOVE – Il Comune di Casagiove è stato ammesso nella graduatoria di finanziamento, relativa all’avviso pubblico per l’acquisto e l’installazione nelle aree verdi pubbliche di giochi destinati a minori con disabilità. Casagiove rientra in quella lista di Comuni che la Delibera di Giunta Regionale numero 542 del 10 ottobre 2016 ha individuato tra quelli che dispongono di aree verdi pubbliche attrezzabili a giochi e che hanno manifestato interesse alla partecipazione ad un bando a sportello.

Secondo quanto previsto dal Decreto Direttoriale numero 181 del 15 novembre 2016, l’Ente di via Jovara ottiene una somma di 5.000 euro che permetterà di introdurre giochi destinati a minori con disabilità all’interno del Parco Merola. Il Comune di Casagiove intende concretizzare quanto dettato dall’articolo 30 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità che stabilisce che gli Stati debbano adottare tutte le misure adeguate a garantire che i minori con disabilità possano partecipare, su base di eguaglianza con gli altri minori, alle attività ludiche, ricreative, agli svaghi ed allo sport, incluse le attività previste dal sistema scolastico.

L’assessore con delega alle politiche sociali Pietro Nardi si ritiene soddisfatto per l’ammissione al finanziamento: “Il progetto in questione ha un enorme rilevanza sociale e darà la possibilità a bambini meno fortunati di poter godere nel giusto modo di un importante momento, quello del gioco all’aria aperta, finalmente praticabile in uno spazio deputato a tal proposito che allo stato mancava nell’ambito del territorio. Un altro piccolo traguardo è stato raggiunto ma deve costituire lo sprone a raggiungere obiettivi sempre maggiori a tutela delle fasce più deboli”.

L’assessore con delega al verde pubblico Francesco Mingione esprime la sua felicità per un’importante innovazione per i cittadini: “La tutela dei disabili è sempre stato un argomento che il Comune di Casagiove ha rivendicato. Da questo punto di vista, il nostro Comune è sempre stato molto attivo ed ora, ancor di più, con l’installazione di giochi destinati ai minori con disabilità, verrà aggiunto un nuovo strumento per tutelare tutti i bambini. La nostra Amministrazione ha mantenuto la promessa fatta in campagna elettorale, così da garantire uguaglianza tra i bambini e non”.

Peccato che il Comune di San Nicola la Strada, nonostante fosse stato fra i primissimi a partecipare, sia stato eliminato perché alla documentazione non era allegata la fotocopia di un documento di riconoscimento. Certo, 5.000 euro sono una bazzecola e non cambiano certo la sorte di una Città, così come siamo certi che se il Sindaco Vito MAROTTA volesse potrebbe “fare una colletta” all’interno della sua Giunta insieme a quei consiglieri, di maggioranza ed opposizione, che volessero contribuire a far si che i minori con disabilità abbiano un luogo dove divertirsi.