Bomba della 2º guerra mondiale a Battipaglia, l’Esercito provvederà alle operazioni di bonifica

La difficilissima operazione di bonifica, che durerà 12 ore e prevede l'evacuazione di 36.000 cittadini, pari al 72% per cento della popolazione, sarà effettuata dai genieri del 21° Reggimento Guastatori della Brigata Bersaglieri "Garibaldi" di Caserta.

CASERTA – L’8 settembre 2019 si svolgeranno, nel comune di Battipaglia, le operazioni di bonifica di una bomba d’aereo di nazionalità inglese risalente alla seconda guerra mondiale rinvenuta in un terreno agricolo. Le operazioni, che si protrarranno per 8-12 ore, saranno condotte dagli artificieri dell’Esercito Italiano appartenenti al 21° Reggimento Guastatori della Brigata Bersaglieri “Garibaldi” di Caserta.

Sarà prevista l’evacuazione di circa 36.000 cittadini, pari al 72% della popolazione, residenti nel raggio di 1.600 metri dal punto di rinvenimento. Un’area di sgombero così ampia è prevista dalle normative NATO redatte in base alle tipologie e alle caratteristiche degli ordigni al fine di garantire la sicurezza dei cittadini.

Le operazioni inizieranno già dalle 05:00 del mattino per agevolare l’attività dei militari dell’Esercito che hanno già iniziato la realizzazione di fortificazioni protettive campali per la messa in sicurezza delle operazioni e permettere ai cittadini di rientrare il prima possibile nelle loro abitazioni. Oltre alla popolazione residente saranno evacuati anche il Municipio e il comando della Polizia Locale, mentre nei giorni scorsi sono stati trasferiti in altre strutture i pazienti ricoverati presso l’ospedale “Santa Maria della Speranza”.

Durante l’attività, inoltre, non sarà consentita la circolazione veicolare sull’autostrada del Mediterraneo e sulla SS18 “Tirrena Inferiore” e verranno interrotti i collegamenti ferroviari tra la Campania e le regioni della Basilicata e Calabria. L’erogazione dei servizi essenziali come l’energia elettrica, gas, linee telefoniche fisse e mobili, verrà sospesa. La Prefettura di Salerno, in sinergia con l’Esercito Italiano, gestirà l’evento attraverso un Centro di Coordinamento Soccorsi istituito per l’occasione.

Gli artificieri dell’Esercito Italiano, grazie all’addestramento e all’ormai acquisita capacità “dual-use”, operano da anni sia all’estero sia sul territorio nazionale a supporto della popolazione civile e a tutela della sicurezza dei cittadini.