Campania: la senatrice Castellone smentisce i numeri forniti da De Luca

Il comunicato della Senatrice

Campania- Mariolina Castellone, senatrice del M5S, replica a una lettera del governatore  della Campania contestando i numeri forniti dal Presidente De Luca. Riportiamo il testo pubblicato dalla senatrice sul suo profilo Facebook di cui forniamo il link da cui è stata tratta la notizia https://m.facebook.com/MariaDomenicaCastellone/

Sono giorni difficili, i più difficili per il nostro Paese, dal dopoguerra ad oggi.
E proprio ora, in un momento che invece richiederebbe unità, oltre all’emergenza, dobbiamo anche fronteggiare le false informazioni veicolate da chi riveste un ruolo istituzionale.

Da stamane rimbalza ovunque, dai giornali ai tg, una lettera del governatore De Luca al presidente Conte, dove afferma di aver ricevuto 0 dispositivi e che il governo è assente, con una modalità comunicativa che, oltre a diffondere preoccupazione nei nostri cittadini, non trova alcuna reale corrispondenza.

Come ho dichiarato in una nota, i numeri diffusi da De Luca sono smentiti dai dati della Protezione civile; gli sarebbe bastato confrontarsi con gli uffici della Protezione civile regionale, che ogni mattina condividono informazioni ed esigenze con il Dipartimento nazionale della Protezione civile, per evitatare di speculare, con lo “zero” urlato sulle sue pagine social.

Dai dati aggiornati al 24 marzo risulta infatti che in Campania siano state consegnate 93mila DPI FFP2/FFP3 e 198mila mascherine chirurgiche.
Riguardo ai ventilatori sempre i dati della protezione civile indicano che al 24 Marzo sono arrivati in Campania 15 ventilatori, di cui 5 per terapia intensiva, 8 da trasporto e 2 domiciliari. A queste attrezzature si aggiungeranno quelle acquistate da Consip in arrivo tra pochi giorni.

Il nostro Governo si sta impegnando senza sosta per soddisfare le esigenze di tutte le regioni e già questa settimana, grazie al ministro Di Maio, stanno arrivando i primi importanti carichi di mascherine e ventilatori.
Sono queste le informazioni che andrebbero comunicate ai nostri cittadini.

Un’informazione fuorviante rischia di destabilizzare ulteriormente una regione che ha bisogno di sapere che c’è un’unica grande squadra al lavoro per venir fuori a testa alta dalla più grande emergenza dal dopoguerra ad oggi.

Siamo tutti stanchi, anche di questa perenne campagna elettorale, che spesso scade nello sciacallaggio.

L’Italia ha bisogno di avere fiducia in persone che lavorano davvero, non di essere disgregata da chi fino a poco fa definiva la sanità della Campania “svedese” mentre adesso vorrebbe imputare al governo le gravi carenze che ha provocato con la sua amministrazione”