AGM Servizi Sanitari 582×215

Caos scuole, posticipate le riaperture anche nel casertano

CASAPULLA (Caserta). L’apertura delle scuole inizialmente per il giorno 24 settembre continua ad essere una data soltanto indicativa, cerchiamo di tracciare un breve ‘bilancio delle aperture’ dei plessi scolastici nel casertano.

Dopo San Prisco anche Casapulla rinvia l’apertura dell’anno scolastico. Il sindaco Renzo Lillo ha appena firmato un’ordinanza con la quale comunica ai cittadini la decisione di spostare la prima campanella del 2020 al giorno 28 settembre.

Anche San Felice a Cancello non è da meno, posticipata l’apertura, il sindaco del piccolo comune della provincia casertana, Giovanni Ferrara, di concerto con le due direttrici didattiche degli istituti scolastici del territorio, Di Ture e Mauro, ha posticipato l’apertura delle scuole al 28 settembre. E’ il primo comune del casertano ad optare per questa decisione.

A Teano invece, le scuole,riapriranno mercoledì 7 ottobre”. E’ quanto comunicato dal sindaco Dino D’Andrea, che a breve adotterà un’ordinanza comunale in attesa che il governatore Vincenzo De Luca si pronunci sulla questione scuole. “Il motivo del rinvio al 7 ottobre è duplice – sottolinea il sindaco D’Andrea – Innanzitutto dobbiamo somministrare kit rapidi agli studenti a distanza di almeno cinque giorni dagli assembramenti conseguenti alle elezioni (e saremo il primo comune a farlo) per capire la curva epidemiologica”.

Slitta di un giorno l’apertura dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” a Santa Maria a Vico. I plessi delle materne, elementari e medie resteranno chiusi per tutta la giornata di giovedì 24 settembre e dunque l’avvio delle attività didattiche è previsto per il 25 settembre.