Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

Capodrise, il Palazzo delle Arti diventa “Presidio culturale territoriale”

CAPODRISE. Il Palazzo delle Arti “Presidio culturale territoriale”. Questa mattina, 7 novembre, nell’aula consiliare “Luigi Di Bernardo”, il sindaco Angelo Crescente, il dirigente scolastico del liceo artistico “Buccini” di Marcianise, Domenico Caroprese, Vittorio Vanacore, in rappresentanza di Alfonsina Corvino, dirigente del liceo artistico “Righi Nervi” di Santa Maria Capua Vetere, Pasquale delle Curti, per conto di Diamante Marotta, dirigente del liceo scientifico e classico “Quercia” di Marcianise, il preside dell’istituto comprensivo “Cavour” di Marcianise, Aldo Improta, e Maria Belfiore, preside del “Gaglione” di Capodrise, hanno firmato un protocollo d’intesa.

Il patto, al primo punto, individua nel Palazzo delle Arti la sede fisica e ideale del “Presidio”.

Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore alla Cultura, Antonella Marotta,il docenti di arte Alfredo Cordova, il curatore d’arte Michelangelo Giovinale, direttore artistico della rassegna in corso al PalArti “In cerca del padre”, diversi insegnanti e una delegazione di studenti.

Nel sottoscrivere il protocollo, le istituzioni scolastiche e l’amministrazione comunale si sono impegnate a promuovere percorsi di didattica non convenzionale all’interno del Palazzo delle Arti, a partire dalla scuola dell’Infanzia fino ai licei.

«Insieme ai dirigenti scolastici – ha esordito Crescente –, studieremo nuovi modelli culturali, sostenibili e competitivi. I beni storici e artistici e il paesaggio possono essere elevati a strumento di crescita intellettuale, economica e sociale. Per valorizzarli, però, è necessario un approccio strategico fondato sulla collaborazione tra enti e tra pubblico e privato».

«Ridisegneremo i concetti stessi di aula e di lezione», ha dichiarato Improta.

«Il nostro lavoro – ha aggiunto Belfiore – non si può limitare a trasmettere nozioni, perché nella formazione della persona è essenziale il sapere di sé e la relazione con il mondo che ci circonda».

«Ed è l’intreccio dei saperi, dei comportamenti e degli stimoli che genera effetti positivi sui nostri ragazzi e sull’ambiente», ha concluso Caroprese.

L’accordo prevede anche progetti di alternanza scuola/lavoro, introdotti per favorire la crescita e la formazione di nuove competenze, contro il disallineamento tra domanda e offerta di lavoro.

Al “Presidio culturale” gli studenti, nel rispetto della vocazione e dell’identità del palazzo, gli ambiti delle arti visive, del teatro, della musica, della danza, della letteratura, dei nuovi linguaggi e della promozione turistica. Un comitato didattico, composto da un insegnante per ogni istituto partner, parteciperà alle attività culturali, sia nella fase di programmazione che esecutiva, con eventi organizzati dai ragazzi che finiranno nelle rassegne annuali.

La firma era una tappa fondamentale del rapporto di collaborazione nato con la rassegna culturale “In cerca del padre” e con il progetto “Pittori di Capodrise nell’arte Campana e oltre”, in corso al Palazzo delle Arti. Sia la rassegna che il progetto beneficeranno degli effetti del protocollo d’intesa.

 

 

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale